1105 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Ciao nemico (1981)

Torna indietro

Ciao nemico (1981)



Regia/Director: Enzo Barboni [E. B. Clucher]
Soggetto/Subject: Marco Tullio Barboni, Enzo Barboni [E. B. Clucher]
Sceneggiatura/Screenplay: Enzo Barboni [E. B. Clucher], Marco Tullio Barboni
Interpreti/Actors: Johnny Dorelli (tenente Federico Tocci), Giuliano Gemma (tenente Joe Kirby), Eros Pagni (colonnello italiano), Riccardo Garrone (ten. Rondi), Vincenzo Crocitti (soldato Meniconi Tazio), Salvatore Borgese [Sal Borgese] (soldato Ficuzza Salvatore), Vincent Gardenia (gen. Alfius Theodorus Briggs), Carmen Russo (prostituta pugliese), Jackie Basehart, Cyrus Elias, Vincent Gentile (col. americano), Jacques Herlin (gen. francese), Massimo Lopez (soldato Cutolo Pasquale), Riccardo Pizzuti (Tognon), Ivan Rassimov (Kirk Jones), Bobby Rhodes, John Herzfeld (Garfield), Luca Sportelli (paesano a tavola), Fortunato Arena, Duccio Dugoni, Julian Jenkins, Pierangelo Pozzato, Edoardo Romano (Edoardo, un soldato), Bruno Rosa, Giuseppe Terranova, Larry Dolgin (Wilburn Davis), Franca Scagnetti (popolana), Pietro Torrisi (culturista americano), Yanti Somer (sergente ausiliaria)
Fotografia/Photography: Romano Albani
Musica/Music: Franco Micalizzi
Costumi/Costume Design: Luciana Morosetti
Scene/Scene Design: Claudio Cinini
Montaggio/Editing: Mauro Bonanni
Suono/Sound: Graziano Ruzzeddu
Produzione/Production: Cleminternazionale Cinematografica
Distribuzione/Distribution: Cineriz Distribuzione
censura: 77277 del 19-11-1981
Trama: L'offensiva alleata è ferma davanti al "Ponte dei Cesari" una meravigliosa costruzione romana. Due pattuglie, quella americana composta da "guastatori" guidata dal tenente Kirby, un architetto innamorato del bello, l'altra, piuttosto sgangherata, guidata dal maestro della banda militare italiana, sono incaricate dai rispettivi comandi di distruggere il ponte. Ma i due ufficiali anziché sfidarsi sono colpiti da un sentimento altamente umanitario che li porterà ad un'alleanza per disubbidire al folle ordine di far saltare un così grandioso gioiello di architettura. Sono pronti a tutto, perfino a far paracadutare, davanti ai carri armati, delle provocanti e "specialissime" ausiliarie.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information