1364 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Salto nel vuoto (1980)

Torna indietro

Salto nel vuoto (1980)



Regia/Director: Marco Bellocchio
Soggetto/Subject: Marco Bellocchio
Sceneggiatura/Screenplay: Marco Bellocchio
Interpreti/Actors: Michel Piccoli (Mauro Ponticelli), Anouk Aimée (Marta Ponticelli), Michele Placido (Giovanni Sciabola), Gisella Burinato (Anna), Antonio Piovanelli (Quasimodo), Anna Orso (Marilena), Piergiorgio Bellocchio (Giorgio), Francesca Maria De Monti, Natalia Fago, Amedeo Fago, Giampaolo Saccarola (fratello pazzo), Adriana Pecorelli (Sonia), Paola Ciampi (madre), Mario Prosperi (Ruggero), Elisabeth Labi (Elisabetta), Enrico Bergier (Mariano), Mario Ravasio (fratello di Nora Patti), Gaetano Campisi, Marino Cenna, Lamberto Consani, Giancarlo Sammartano, Oreste Rotundo, Remo Remotti, Marina Sassi, Rossano Weber, Alessandro Antonucci, Giovanni Frezza, Matteo Fago, Maria Pia Frezza, Gianluca Giusti, Pasquale Moscianese, Daniele Pireti, Valerio Tozzi, Carlotta Natoli
Fotografia/Photography: Giuseppe Lanci
Musica/Music: Nicola Piovani
Costumi/Costume Design: Lia Morandini
Scene/Scene Design: Amedeo Fago, Andrea Crisanti
Montaggio/Editing: Roberto Perpignani
Suono/Sound: Remo Ugolinelli, Remo Ugolinelli
Montaggio/Editing: Brigitte Sousselier
Produzione/Production: Clesi Cinematografica, RAI-Radiotelevisione Italiana, Films 66, Paris, Polytel International, Hamburg, MK 2 Productions, Paris
Distribuzione/Distribution: Cineriz Distribuzione
censura: 74580 del 05-01-1980
Altri titoli: Leap Into the Void, Le saut dans le vide
Trama: Marta ha fatto da madre e da serva al fratello Mauro e ora ha la consapevolezza di aver sciupato la sua giovinezza. Mauro, giudice di professione, ha paura che impazzisca, ha paura delle conseguenze pratiche ed economiche che ciò comporterebbe, ma è anche affascinato dall'idea che Marta possa sparire. L'incontro della donna con Giovanni Sciabola muta d'incanto la di lei esistenza. Le sue crisi scompaiono, non si sente più trascurata, esce sempre più spesso. Il giudice si sente tradito dalla sorella, è geloso anche se non ne è cosciente, teme che ella, plagiata da Giovanni, possa rovinarlo e rovinarsi economicamente. Cerca allora di liberarsi di Sciabola facendolo arrestare. Sciabola, dopo un ultimo incontro con Marta, fugge. La vita riprende come se nulla fosse cambiato, ma Marta non è più la stessa. Non sarà più sorella, madre e serva.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information