1470 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La cicala (1980)

Torna indietro

La cicala (1980)



Regia/Director: Alberto Lattuada
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Alberto Lattuada, Franco Ferrini
Interpreti/Actors: Anthony Franciosa (Annibale Meneghetti detto "Ulisse"), Virna Lisi (Wilma Malinverni detta "Malin"), Renato Salvatori (Carburo), Barbara De Rossi (Saveria, figlia di Wilma), Antonio Cantafora [Michael Coby] (Alberto Antonelli detto "Cipria"), Mario Maranzana (Bertazzoni), Corrado Olmi (sacerdote), Riccardo Garrone (Ermete), Clio Goldsmith (Cicala), Loris Bazzocchi (camionista), Ettore G. Mattia (prof. di musica), Aristide Caporale (Bretella), Nazzareno Natale (Gandula), Imelde Marani (signora Egle), Vincenzo Del Prato (sergente dei carabinieri), Mario Checchi (capo cameriere), Mario Novelli (Gino), Sergio Di Pinto (Sergio), Serena Grandi (segretaria di Bertazzoni), Antonello Fassari (cliente night club), Gino Marturano (altro camionista), Franco Parisi (cliente ubriaco)
Fotografia/Photography: Danilo Desideri
Musica/Music: Fred Bongusto
Costumi/Costume Design: Gaia Romanini
Scene/Scene Design: Vincenzo Del Prato
Montaggio/Editing: Sergio Montanari
Suono/Sound: Raffaele De Luca, Raffaele De Luca
Produzione/Production: N.I.R. Film
Distribuzione/Distribution: P.I.C. Produzione Intercontinentali Cinematografiche, P.I.C. Produzione Intercontinentali Cinematografiche
censura: 75079 del 17-04-1980
Altri titoli: La cigala
Trama: E' una storia popolare divertente ed impietosa, ambientata nella Lombardia rurale, con gente in preda a passioni violente. C'è un ex camionista che ha acquistato una stazione di servizio, sua moglie, ex cantante di varietà, un po' volgare, che va avanti facendo leva su quello che resta del suo passato splendore finché l'orgoglio e la gelosia non prenderanno il sopravvento, la figlia della donna che, terminati gli studi, va a vivere con la madre mandando in crisi il di lei matrimonio, i camionisti amici del marito. In mezzo a questi si aggira "La cicala" una ragazza di campagna un po' selvaggia, disinibita, di buon carattere, tanto generosa quanto amorale, che lavora nel motel, vive alla giornata e si attacca a chiunque le dimostri amicizia o amore.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information