2648 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Una giornata particolare (1977)

Torna indietro

Una giornata particolare (1977)



Regia/Director: Ettore Scola
Soggetto/Subject: Ettore Scola, Ruggero Maccari
Sceneggiatura/Screenplay: Ettore Scola, Ruggero Maccari
Interpreti/Actors: Sophia Loren (Antonietta Tiberi), Marcello Mastroianni (Gabriele), John Vernon (Emanuele, marito di Antonietta), Françoise Berd (portinaia), Nicole Magny (figlia del cavaliere), Patrizia Basco (Romana), Tiziano De Persio (Arnaldo), Maurizio Di Paolantonio (Fabio), Antonio Garibaldi (Littorio), Vittorio Guerrieri (Umberto), Alessandra Mussolini (Maria Luisa)
Fotografia/Photography: Pasqualino De Santis
Musica/Music: Armando Trovaioli
Costumi/Costume Design: Enrico Sabbatini
Scene/Scene Design: Luciano Ricceri
Montaggio/Editing: Raimondo Crociani
Suono/Sound: Carlo Palmieri
Produzione/Production: Compagnia Cinematografica Champion, Canafox Films, Montréal
Distribuzione/Distribution: Gold Film
censura: 70319 del 18-05-1977
Altri titoli: A Special Day, A Special Day, The Great Day, Une journée particulière, Ein Besonderer Tag
Trama: E' l'8 maggio 1938 e oggi tutta Roma celebra l'arrivo di Adolfo Hitler. Antonietta e Gabriele sono gli unici due inquilini di quel palazzone popolare del quartiere San Giovanni esclusi dai fasti di quella storica giornata. Lei, emarginata dal suo stesso ruolo di donna, sposa mansueta e madre, lui, ex annunciatore, allontanato dall'EIAR perché sospetto di omosessualità, affronto supremo alla virilità italica. Si parlano oggi per la prima volta. E' un lungo giorno tutto a loro disposizione, durante il quale si conosceranno, si confideranno, si troveranno legati da una naturale complicità, che li farà sentire meno esclusi, meno diversi. Si stabilirà tra i due un calore particolare che finirà per suscitare in lui, per la prima volta il desiderio di una donna. E Antonietta si sentirà anche lei per la prima volta pienamente donna. La grande cerimonia è finita, l'adunata si è sciolta, gli inquilini ritornano, il cortile si riempie. Rientrato nel suo appartamento Gabriele trova due poliziotti in borghese che sono venuti a prenderlo, per accompagnarlo - come del resto egli sapeva - a Civitavecchia da dove si imbarcherà per Carbonia, dove finiscono confinati tutti gli omosessuali come lui. Egli prende la valigia, che era già pronta dal mattino, e si avvia tra i due. Nel cortile, non leva lo sguardo verso le finestre di Antonietta che adesso è bombardata dai racconti dei suoi eroi esaltati da quella grande giornata.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information