916 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Oh, Serafina! (1976)

Torna indietro

Oh, Serafina! (1976)



Regia/Director: Alberto Lattuada
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Giuseppe Berto, Alberto Lattuada, Enrico Vanzina
Interpreti/Actors: Renato Pozzetto (Augusto Valle), Dalila Di Lazzaro (Serafina Vitali), Angelica Ippolito (Palmira Radice, moglie di Augusto), Gino Bramieri (sindaco), Fausto Tozzi (Carlo Vigeva), Renato Rossini [Howard Ross] (Romeo Radice, fratello di Palmira), Lilla Brignone (anziana segretaria ditta Valle), Marisa Merlini (Belinda Valle, madre di Augusto), Ettore Manni (padre di Serafina), Renato Pinciroli (padre di Augusto), Franco Nebbia (dott. Colbiati), Aldo Giuffrè (prof. dr. Osvaldo Caroniti), Daniele Vargas (assessore Buglio), Gianni Magni (Tommaso, infermiere del manicomio), Alberto Lattuada (medico del manicomio), Brizio Montinaro (rag. Cusetti), Sofia Lusy (domestica), Guerrino Crivello (fratino chiesa Assisi), Claudio Lena (Giuseppe Valle, figlioletto), Maria Monti (Mariuccia, la ninfomane), Jean Claude Vernè (fratello di Serafina), Dante Fioretti (prete al pranzo di casa Vitale), Enrico Beruschi (ufficiale di Stato Civile), Walter D'Amore (pazzo), Gigi Lopez (avvocato nonno Montini), Leopoldo (merlo del signor Williams)
Fotografia/Photography: Lamberto Caimi
Musica/Music: Fred Bongusto
Costumi/Costume Design: Quirino Conti
Scene/Scene Design: Vincenzo Del Prato, Vincenzo Del Prato
Montaggio/Editing: Sergio Montanari
Suono/Sound: Amedeo Casati
Produzione/Production: Rizzoli Film
Distribuzione/Distribution: Cineriz
censura: 69280 del 22-10-1976
Altri titoli: Oh, Serafina!
Trama: Padrone di una villa e di un bottonificio, Augusto si rifiuta di usare la plastica al posto della madreperla, per non inquinare l'ambiente naturale. Una giovane ambiziosa operaia, Palmira, si fa sposare, gli dà un figlio e poi comincia a trescare per lottizzare il parco, industrializzare la fabbrica con l'introduzione della plastica, e addirittura far internare il marito, perso dietro il suo sogno ecologico. Ma in manicomio Augusto incontra Serafina, una dolce creatura come lui amante della natura e odiatrice delle sostanze inquinanti. Innamoratisi, i due decidono di isolarsi in un mondo loro. Augusto cede alla moglie i diritti della fabbrica, e assieme a Serafina ed al figlioletto parte, su un carro trainato da buoi e circondato da un nugolo di cinguettanti uccellini, verso un'isola verde dove nulla e nessuno contaminerà il loro ecologico idillio.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information