1285 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Chi dice donna, dice donna (1976)

Torna indietro

Chi dice donna, dice donna (1976)



Regia/Director: Antonio Cervi [Tonino Cervi]
Soggetto/Subject: Cesare Frugoni, Leo Benvenuti, Antonio Cervi [Tonino Cervi]
Sceneggiatura/Screenplay: Cesare Frugoni, Leo Benvenuti, Antonio Cervi [Tonino Cervi]
Interpreti/Actors: Stéphane Audran (Mimì, squillo bene), Giovanna Ralli (Margherita, donna romantica), Adriana Asti (Adriana, l'operaia), Lea Massari ("Gilbert", la travestita), Janet Agren (Anita, la donna prete), Mario Bartolomei, Françoise Fabian (Belle, altra squillo bene), Franco Citti ("Armando", ma Benito), Giuseppe Anatrelli (partner), Luigi Proietti (Sonia, il travestito), Luigi Proietti (Filippo), Guerrino Crivello, José Luis de Villalonga (Luis), Aldo Giuffrè (commissario di polizia), Rita Savagnone (voce del libro), Catherine Frank (Bionda svedese), Fernando Villella, Jacques François (Charles), Angelo Pellegrino (mitomane), Jane Charle (madre di Anita), Ettore Carloni, Piero Nuti (cliente vestito da suora), Tonino Cervi (speaker TV), Luigi Zerbinati (vecchio architetto)
Fotografia/Photography: Marcello Gatti, Danilo Desideri
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Wayne Finkelman [Wayne], Nicoletta Ercole
Scene/Scene Design: Luciano Spadoni
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Produzione/Production: Rizzoli Film
Distribuzione/Distribution: Cineriz
censura: 67897 del 04-02-1976
Altri titoli: Donne d'affari, La signorina X, La donna erotica, Papà e maman, Ma non ci sposano
Trama: Cinque episodi illustrano altrettante situazioni tipiche della nostra epoca, incentrate su personaggi femminili. Nel primo episodio due ricche mogli di borghesi aprono, per sfuggire alla noia, una "casa di piacere" nella quale finiranno per trovarsi benissimo anche... i mariti. Nel secondo una povera baraccata s'illude per un po', a seguito di una perdita di memoria, di essere una donna ricca. Nel terzo un'operaia cerca invano di sfuggire alla solitudine iniziandosi a raffinate pratiche amorose. Nel quarto si narrano gli amori, assai "normali" e borghesi, di un travestito e di una travestita. Il quinto episodio, infine, vede un italiano emigrato in Svezia alle prese con una donna sacerdote.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information