1574 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Zorro (1975)

Torna indietro

Zorro (1975)



Regia/Director: Duccio Tessari
Soggetto/Subject: Giorgio Arlorio
Sceneggiatura/Screenplay: Giorgio Arlorio
Interpreti/Actors: Alain Delon (Don Diego, falso M. Vega de la Serna, alias Zorro), Stanley Baker (col. Huerta), Ottavia Piccolo (contessina Ortensia Pulido), Moustache (sergente Garcia), Enzo Cerusico (Joaquim, servo muto di Don Diego), Adriana Asti (zia Carmen), Giacomo Rossi Stuart (Fritz Von Merkel), Marino Masè (Miguel), Giampiero Albertini (frate Francisco), Guido Savoretti, Rajka Jurec [Jury] (dama di compagnia)
Fotografia/Photography: Giulio Albonico
Musica/Music: Guido De Angelis, Maurizio De Angelis
Costumi/Costume Design: Luciano Sagoni
Scene/Scene Design: Enzo Bulgarelli, Enzo Bulgarelli
Montaggio/Editing: Mario Morra
Suono/Sound: Bruno Zanoli
Produzione/Production: Mondial Te.Fi. - Televisione Film, Productions Artistes Associés, Paris
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 66154 del 28-02-1975
Altri titoli: Zorro, Zorro
Trama: Il pacifista Miguel viene ucciso mentre si reca ad occupare la carica di governatore della Nuova Aragona. Il suo amico Diego, un avventuriero dal passato oscuro, giura di vendicarlo e di riportare la giustizia nel territorio. Accompagnato da Joaquin, il suo servo muto, prende il posto del defunto Miguel e assume la carica di governatore traendo in inganno il sanguinario colonnello Huerta, tiranno del luogo. Poi decide di adottare la maschera di Zorro, un personaggio da leggenda popolare, e di portare sotto questo travestimento - maschera nera, mantello a ruota, - i suoi attacchi a Huerta e al borioso sergente Garcia. Il popolo angariato e miserabile comincia a ribellarsi ai soprusi degli aristocratici, i quali giurano odio mortale a Zorro. Questi si è innamorato della bella e nobile Hortensia; e quando Huerta le impone di sposarlo, nel bel mezzo della festa nuziale arriva Zorro, cioè Diego, a liberare la ragazza e ad uccidere, al termine di un rocambolesco duello, il bieco tiranno. D'ora in poi il popolo sarà più libero; e al tempo stesso Diego ha vendicato la morte dell'amico Miguel e del buon frate Francisco, vittime innocenti della perfidia del colonnello.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information