742 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Peur sur la ville [Il poliziotto della brigata criminale] (1975)

Torna indietro

Peur sur la ville [Il poliziotto della brigata criminale] (1975)



Regia/Director: Henri Verneuil
Soggetto/Subject: Lillian O'Donnel
Sceneggiatura/Screenplay: Henri Verneuil, Jean Laborde, Francis Veber, Adriano Bolzoni
Interpreti/Actors: Jean-Paul Belmondo (Le Tellier), Charles Denner (Moissac), Adalberto Maria Merli (Minosse), Lea Massari (Norah), Catherine Morin (Helen, l'infermiera), Rosy Varte (Germaine Doizon), Giovanni Cianfriglia (Marcucci), Jean Marton (comm. Sabin), Louis Samier (Duviel), Germana Carnacina (Pamela Sweet), Henri-Jacques Huet (Julio Cortes), Roland Dubillard (dott. Lipstein), Gilberte Génia
Fotografia/Photography: Jean Penzer
Musica/Music: Ennio Morricone
Scene/Scene Design: Jean André
Montaggio/Editing: Pierre Gillette, Henri Lanoë
Produzione/Production: Mondial Te.Fi. - Televisione Film, Cerito Films, Paris, Simar Films, Paris
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 66450 del 21-04-1975
Altri titoli: Il poliziotto della brigata criminale, Night Caller, Angst über der Stadt
Trama: Parigi. Una donna viene perseguitata da minacciose telefonate anonime. Una notte, in preda al terrore si sporge da una finestra e precipita nel vuoto. Sembra un caso banale. Ma un certo "Minosse" telefona alla polizia di essere il responsabile di quella morte, e invia un pezzo di una propria fotografia: continuerà, dice, ad inviare altri frammenti per ogni donna uccisa fino al completamento della foto. Allora egli sarà perduto, ma intanto il "mondo tremerà". Si tratta evidentemente di un folle criminale. Le indagini vengono affidate al commissario Le Tellier, il quale da tempo ha un solo obiettivo: catturare il gangster Marcucci, responsabile della morte di un suo assistente. E, proprio per inseguire Marcucci, Le Tellier molla la pista che lo porterebbe alla cattura del misterioso Minosse, che intanto ha ucciso ancora. Marcucci viene raggiunto ed ucciso in un epico scontro nel metrò parigino, ma Minosse comunica alla stampa: "Potevo essere preso, Le Tellier ha preferito vendicarsi". Le Tellier ricomincia da zero le indagini, riesce a poco a poco a dare un volto a Minosse, ed infine lo cattura calandosi con un elicottero in un appartamento dove il folle si è rifugiato prendendo come ostaggio una giovane attrice, e dove si apprestava a commettere un ennesimo delitto.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information