888 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il padrone e l'operaio (1975)

Torna indietro

Il padrone e l'operaio (1975)



Regia/Director: Stefano Vanzina [Steno]
Soggetto/Subject: Luciano Vincenzoni, Sergio Donati
Sceneggiatura/Screenplay: Luciano Vincenzoni, Sergio Donati
Interpreti/Actors: Renato Pozzetto (Gianluca Tosi detto "Giangi"), Teo Teocoli (Luigi Carminati), Francesca Romana Coluzzi (Maria Luce Balestrazzi Tosi), Loris Zanchi (commendator Balestrazzi), Gianfranco Barra (Vismara, vicino di casa di Luigi), Gillian Bray ("Gigante Buono", l'amante di Giangi), Eva Maria Gabriel (Violante, amica di Maria Luce), Walter Valdi (dott. Bauer, psichiatra), Edda Ferronao (moglie di Baurer), Loredana Bertè (Maria Grazia Marigotti), Alena Penz, Aldo Rendine, Paola Maiolini, Giancarlo Alessandri, Guido Nicheli, Barbara Maimone, Annamaria Rizzoli, Renato Pruscella, Anna Maria Prando, Laura Romano, Daniele Gallina, Sergio Farioli, Bernardino Emanuelli
Fotografia/Photography: Luigi Kuveiller
Musica/Music: Gianni Ferrio
Costumi/Costume Design: Enrico Sabbatini
Scene/Scene Design: Enrico Sabatini, Gianni Polidori
Montaggio/Editing: Raimondo Crociano
Suono/Sound: Carlo Palmieri
Produzione/Production: Compagnia Cinematografica Champion
Distribuzione/Distribution: United Artists Europa
censura: 67485 del 15-11-1975
Altri titoli: Der Kleine mit dem dichen Hammer
Trama: Gianluca ha ereditato dal suocero paralitico la direzione di un'industria. E lo stress derivante dal superlavoro, dalle grane, dalle responsabilità lo hanno ridotto pieno di acciacchi e al limite della nevrosi. Le sue energie fisiche, intellettuali e sentimentali sono pressoché a zero: la moglie per lui quasi non esiste più, anche se c'è un'amichetta che gli assorbe le residue energie e tanti soldi. I "monitors" del proprio ufficio gli trasmettono le immagini captate dalle telecamere di controllo nei vari reparti. E gli mostrano continuamente, in un modo che comincia a diventare ossessivo, l'immagine di Luigi, un operaio che è il suo esatto contrario: alacre, pieno di vita, felice soddisfatto persino della mensa aziendale, ma, soprattutto, in perenne frenetica attività dongiovannesca in qualsiasi momento, in qualsiasi posto. Le visioni di Luigi diventano un incubo, un'ossessione per Gianluca, il quale a un certo punto si accorge di avere un solo obiettivo: distruggere quell'uomo, metterlo definitivamente K.O... L'impresa di rivela assai ardua: Luigi sembra fatto d'acciaio, resiste a tutti gli sforzi, al superlavoro, alle persecuzioni. Non molla. Ma...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information