1573 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Un genio, due compari, un pollo (1975)

Torna indietro

Un genio, due compari, un pollo (1975)



Regia/Director: Damiano Damiani
Soggetto/Subject: Ernesto Gastaldi, Fulvio Morsella
Sceneggiatura/Screenplay: Ernesto Gastaldi, Damiano Damiani, Fulvio Morsella
Interpreti/Actors: Mario Girotti [Terence Hill] (Joe Tex), Robert Charlebois (Locomotiva Bill), Patrick McGoohan (maggiore Cabot), Miou Miou (Lucy), Klaus Kinski (Doc Foster), Jean Martin (col. Pembroke), Raymund Harmstorf (serg. Milton), Piero Vida (Jeky Roll), Mario Valgoi (Thomas Trader), Miriam Mahler, Gérard Boucaron, Rick Battaglia (capitano), Mario Brega, Dean Martin, Clara Colosimo (ruffiana), Carla Cassola, Vittorio Fanfoni, Furio Meniconi, Renato Baldini (sceriffo in saloon), Pietro Torrisi, Armando Bottini, Valerio Ruggeri, Friederich Von Ledebur (prete), Fernando Cerulli (socio della ruffiana), Benito Stefanelli (Mortimer), Roy Bosier (Jeremy)
Fotografia/Photography: Giuseppe Ruzzolini
Musica/Music: Ennio Morricone
Costumi/Costume Design: Franco Carretti
Scene/Scene Design: Francesco Bronzi, Carlo Sini, Francesco Bronzi
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Suono/Sound: Gaetano Testa
Produzione/Production: Rafran Cinematografica, Agence Meditérranéenne de Location de Films, Marseille, Rialto Film Preben Philipsen, Berlin
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 67647 del 18-12-1975
Altri titoli: The Genius, Un génie, deux associés, une cloche, Nobody ist der Grösste
Trama: Joe Thanks, pistolero straccione e vagabondo che vivacchia sfidando a pagamento gli altri pistoleri e ridicolizzandoli, incontra sul suo cammino Locomotiva Bill: un mezzo indiano, nipote, addirittura, del grande Kociss. Bill si è mimetizzato, e passa per un bianco, perché ha capito che solo così sfuggirà all'inevitabile sterminio di tutta la sua gente. Chi attua questo sterminio sistematico è il maggiore Cabot, il quale massacra gli indiani per "liberare" delle terre che poi assegna dietro grossi compensi ai racheros bianchi. Ora Joe propone a Bill un colpo grosso: bidonare Cabot di un forziere colmo di dollari - mezzo milione! - di cui quello si è appropriato a spese degli Apache. E poiché un colonnello è in arrivo per condurre un'inchiesta, e Cabot fa assassinare per via il colonnello, non resta che assassinare gli assassini e presentarsi, lui, Bill, al forte spacciandosi per il colonnello, sequestrare il forziere e poi sparire. Progetto ingegnoso e, in apparenza, semplice; e che infatti funziona perfettamente in tutta la prima parte. Ma a un certo punto le cose si complicano in modo incredibile, e la conclusione sarà del tutto imprevista.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information