1169 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Conviene far bene l'amore (1975)

Torna indietro

Conviene far bene l'amore (1975)



Regia/Director: Pasquale Festa Campanile
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Ottavio Jemma, Pasquale Festa Campanile
Interpreti/Actors: Luigi Proietti (prof. Enrico Nobili), Agostina Belli (Francesca De Renzi), Christian De Sica (Danilo Venturoli), Eleonora Giorgi (Piera, l'infermiera), Mario Scaccia (monsignor Alberoni), Adriana Asti (Irene Nobili, moglie del professore), Franco Agostini (dr. Spina), Quinto Parmeggiani (dr. De Renzi, marito di Francesca), Gino Pernice (dr. Pini, assistente di Nobili), Mario Pisu (ministro), Monica Strebel (Angela, altra infermiera), Franco Angrisano (proprietario dell'albergo), Oreste Lionello (automobilista), Mario Maranzana (generale), Pietro Tordi (altro ministro), Loredana Martinez (moglie di Daniele), Armando Bandini (antiquario), Enzo Robutti (Matteini), Salvatore Puntillo (prof. De Marchi), Enzo Maggio (prof. Gabrielli), John Karlsen (capo polizia straniera), Franco Mazzieri (suo assistente), Francesco D'Adda (speaker TV), Aldo Reggiani (fidanzato di Piera), Roberto Antonelli (uomo di mano della potenza straniera), Tom Felleghi (venditore scatole organiche), Ettore Carloni, Pupo De Luca, Leo Frasso, Aldo Rendine
Fotografia/Photography: Franco Di Giacomo
Musica/Music: Fred Bongusto
Costumi/Costume Design: Enzo Altieri
Scene/Scene Design: Enzo Altieri
Montaggio/Editing: Sergio Montanari
Suono/Sound: Armando Testa
Produzione/Production: Clesi Cinematografica
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 66267 del 26-03-1975
Altri titoli: En 2000... il conviendra de bien faire l'amour, Die Sexmaschine
Trama: In un mondo dove non c'è più petrolio, elettricità, gas, un mondo dove le macchine, i treni, gli aerei vengono conservati come cimeli dell'"Antichità", in un mondo freddo e buio, un professore del policlinico di Roma ha un'idea: verificare se, come parrebbe in base alle "antiche" teorie di Wilhelm Reich, sia possibile produrre energia elettrica sfruttando il movimento richiesto dalla pratiche sessuali. L'esperimento, ovviamente delicato e complesso, riesce: è possibile tornare a riscaldare il mondo, ad illuminarlo; la vita tecnologica può ricominciare. Fare l'amore diventa perciò una vitale tecnica produttiva, un'esigenza imprescindibile della produzione. Farlo bene significa massimizzare l'energia, permettere alla società di sopravvivere. La scoperta, e la sua applicazione su scala "industriale", pongono innumerevoli problemi, sentimentali, morali, politici, religiosi. Tutta la società va ristrutturata. Come organizzare i partners? Come eludere le obiezioni della Chiesa? Come regolare il sesso?

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information