scheda
 1253 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'ambizioso (1975)

Torna indietro

L'ambizioso (1975)



Regia/Director: Pasquale Squitieri
Soggetto/Subject: Pasquale Squitieri
Sceneggiatura/Screenplay: Pasquale Squitieri
Interpreti/Actors: Joe Dalessandro (Aldo), Stefania Casini (Luciana), Raymond Pellegrin (Don Enrico, il boss), Benito Artesi (Ciriaco), Ranieri Ferrara (er Poncho), Mario Sandro De Luca (Mario), Ugo Donadio (Hammes), Carmelo Reale (Sarracino), Ferdinando Murolo, Tony Askin, Leopoldo Buonadonno, Giovanni Cianfriglia, Angelo Corrieri, Paolo De Lucia, Bruno Di Luia, Ugo Donadio, Bernard Faber, Antonietta Fasano, Ranieri Ferrara, Marcello Filotico, Gregorio Gandolfo, Guido Giuseppone, Maria Greco, Giuseppe Leone, Enrico Maisto, Carla Mancini, Amedeo Messori, Edmondo Mascia, Lorenzo Piani, Carmelo Reale, Francesco Spilabotte, Francesco Torrisi, Pietro Torrisi, Salvatore Torrisi
Fotografia/Photography: Eugenio Bentivoglio
Musica/Music: Franco Campanino
Costumi/Costume Design: Roberto Ranucci
Scene/Scene Design: Francesco Calabrese
Montaggio/Editing: Mauro Bonanni
Suono/Sound: Alvaro Orsini
Produzione/Production: Laser Film
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 66023 del 07-02-1975
Altri titoli: Harley Ridens - Sie kannten kein Erbarmen
Trama: Un giovane, ambizioso esponente della malavita napoletana si mette contro di loro senza esclusione di colpi. Il suo sistematico sterminio di tutti i membri della malavita, realizzato con l'aiuto di un gruppo fedele di giovani gangster ambiziosi quanto lui, la sua spietata "escalation" e la sua pretesa di controllare tutte le operazioni criminali in Italia suscitano preoccupazioni anche oltre Atlantico. Egli diventa presto un uomo segnato: sulla sua vita viene posta una taglia. Trascinato in un vortice di violenza, egli non esita a sacrificare l'unica ragazza che ami, pur di salvare la propria pelle. Vincitore del primo round nella zona di Napoli, il suo successo dura poco. La sua ascesa al potere è stata troppo rapida, ha pestato i piedi a troppi uomini importanti. Inevitabilmente il lungo braccio della vendetta della Mafia si stende fino a lui e alcune pallottole sparate da un anonimo sicario mettono fine alla sua ascesa.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information