951 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Stavisky [Stavisky, il grande truffatore] (1974)

Torna indietro

Stavisky [Stavisky, il grande truffatore] (1974)



Regia/Director: Alain Resnais
Soggetto/Subject: Jorge Semprun, Alain Resnais
Sceneggiatura/Screenplay: Jorge Semprun, Alain Resnais
Interpreti/Actors: Jean-Paul Belmondo (Alexandre Stawinsky), Charles Boyer (barone Raul), François Périer (Borelli), Anny Duperey (Arlette Stavisky), Michel Lonsdale (dott. Mézy), Roberto Bisacco (Montalvo), Nike Arrighi (Edith Boreal), Guido Cerniglia (Laloy), Imelde Marani (provinciale), Catherine Sellers (Natalia), Gigi Ballista, Pierre Vernier, Michel Beaune, Van Doude, Claude Rich, Silvia Badesco, Jacques Spiesser, Yves Peneau, Maurice Jacquemont, Gérard Depardieu, Fernand Guiot, Doninique Rollin, Jacques Eyser, Samson Fainsilber, Yves Brainville, Gabriel Cattand, François Leterrier
Fotografia/Photography: Sacha Vierny
Musica/Music: Stephen Sondheim
Scene/Scene Design: Jacques Saulnier
Montaggio/Editing: Albert Jurgenson
Produzione/Production: Euro International Films, Cerito Films, Paris, Films Ariane, Paris, Simar Films, Paris
Distribuzione/Distribution: Euro International Films
censura: 65096 del 04-09-1974
Altri titoli: Stavisky, il grande truffatore
Trama: Biarritz, 24 luglio 1933. La bellissima Arlette, longilinea, elegante, superba, sceglie accuratamente il proprio abbigliamento, aiutata da due cameriere silenziose. Poco dopo Arlette poserà, ieratica, accanto a una Rolls-Royce verde giada: com'era prevedibile, il primo premio al concorso eleganza-auto toccherà a lei, sotto lo sguardo soddisfatto del marito, Serge Alexandre. Chi è costui? Le sue origini sono misteriose. Ma da qualche tempo è entrato nel mondo degli affari e della politica, "giocando", con la stessa fredda temerarietà con cui punta e vince - o perde - al tavolo verde milioni di franchi in una sera. L'intero mondo politico della Terza Repubblica sembra ruotare intorno a lui: una rete fittissima d'interessi, di speculazioni che avvolge tutti. E intorno, un vorticoso volteggiare di buoni del Credito Municipale di Bayonne. Pochi mesi dopo, il crollo. Uno scandalo che scuoterà le fondamenta stesse della Repubblica. Ma i pesci grossi si salveranno: la fine, la morte, riguarderanno solo l'avventuriero Serge Alexandre, di vero nome Sacha Stavisky...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information