1129 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Pane e cioccolata (1973)

Torna indietro

Pane e cioccolata (1973)



Regia/Director: Franco Brusati
Soggetto/Subject: Franco Brusati
Sceneggiatura/Screenplay: Franco Brusati, Jaia Fiastri, Nino Manfredi
Interpreti/Actors: Nino Manfredi (Giovanni/Nino Garofoli), Johnny Dorelli (industriale), Anna Karina (Elena, greca), Federico Scrobogna (Grigory, il figlioletto della greca), Paolo Turco (Gianni), Gaetano Cimarosa [Tano Cimarosa] (Gigi), Ugo D'Alessio (Pietro), Max Delys (Renzo), Gianfranco Barra (turco), Giorgio Cerioni (ispettore di polizia), Francesco D'Adda (Rudiger), Geoffrey Copleston (Boegli), Umberto Raho (capo personale hotel), Nelide Giammarco (bionda), Manfred Freyberger (svizzero sportivo), Cyrus Elias (Michele), Licia Ferre, Giorgio Dolfin, Patrizia Giammei (amica moglie industriale), Giacomo Rizzo, Piero Morgia (cliente bar-tv), Fortunato Arena, Ciro Giorgio
Fotografia/Photography: Luciano Tovoli
Musica/Music: Daniele Patucchi, Daniele Patucchi
Costumi/Costume Design: Guido Patrizio
Scene/Scene Design: Luigi Scaccianoce, Paolo Biagetti
Montaggio/Editing: Mario Morra
Suono/Sound: Claudio Maielli
Produzione/Production: Verona Produzione (1967)
Distribuzione/Distribution: Cinema International Corporation
censura: 63756 del 20-12-1973
Altri titoli: Bread and Chocolate, Pain et chocolat, Brot und Schokolade
Trama: Emigrato in Svizzera per trovare un lavoro più sicuro e meno avvilente, Nino cerca d'inserirsi nella nuova realtà ambientale. Le difficoltà sono molte: troppe le differenze di mentalità, di abitudini, di livello di vita. Nino non si arrende: licenziato dal ristorante in cui lavora, anziché tornare in Italia, dove ha lasciato moglie e figli, cerca ospitalità presso una vicina di casa, una giovane greca esule, alla quale si lega di un sentimento, più di amore, di solidarietà e di reciproca pietà. Altre delusioni lo attendono. Un miliardario italiano emigrato anch'egli - per ragioni fiscali - gli fa perdere involontariamente il piccolo gruzzolo dei risparmi; un tentativo di mimetizzarsi da "nordico" fallisce miseramente per un inconsulto "goal!" gridato davanti a un televisore che trasmette la partita Svizzera-Italia. Il treno carico di connazionali vocianti e canterini imbocca una galleria. Ma da questa vien fuori Nino. E' sceso, non si sa come, e torna indietro a piedi. Non si arrende.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information