1044 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Mio Dio, come sono caduta in basso! (1974)

Torna indietro

Mio Dio, come sono caduta in basso! (1974)



Regia/Director: Luigi Comencini
Soggetto/Subject: Luigi Comencini, Ivo Perilli
Sceneggiatura/Screenplay: Luigi Comencini, Ivo Perilli
Interpreti/Actors: Laura Antonelli (Eugenia Di Maqueda), Alberto Lionello (Raimondo Corrao, marchese di Maqueda), Michele Placido (Silvano Pennacchini, autista), Michele Abbruzzo (mons. Pacifico), Rosemarie Dexter (Floridia, moglie di Ruggero), Ugo Pagliai (Ruggero Di Maqueda), Jean Rochefort (barone Henri De Sarcey), Karin Schubert (Evelyn), Sebastiano Indelicato, Clemente Cipa, Mario Sciacca, Carla Mancini, Lorenzo Piani, Giuseppe Caracciolo
Fotografia/Photography: Tonino Delli Colli
Musica/Music: Fiorenzo Carpi
Costumi/Costume Design: Dante Ferretti
Scene/Scene Design: Dante Ferretti
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Suono/Sound: Vittorio Massi
Produzione/Production: Dean Film
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 65414 del 19-10-1974
Altri titoli: Mon Dieu, comment suis-je tombée si bas?, Wie tief bin ich gesunken
Trama: La sera stessa delle nozze la marchesina Eugenia e il marito Raimondo apprendono con orrore di essere fratello e sorella. Per evitare lo scandalo decidono di vivere insieme ma, naturalmente, di non accostarsi l'uno all'altra, malgrado la reciproca, fortissima attrazione. Eugenia si macera e tenta perfino il suicidio; Raimondo coltiva ideali dannunziani e va alla conquista di Tripoli. Ma ecco entrare, nella vita di Eugenia, l'autista Pautasso, che, silenzioso e sornione, fa conoscere alla marchesina le gioie dell'amore, ma ne ricava un "soggiorno" in prigione. Raimondo torna a casa coperto di gloria ed Eugenia si sente più che mai indegna di tanto eroe. Ma ecco una nuova rivelazione: i due non sono affatto fratello e sorella. Tutto bene, dunque? Ma no: il frutto non più proibito non interessa più a Raimondo, che va a cercare la bella morte nella Grande Guerra. E ad Eugenia non resta che tornare a consolarsi con il ruvido e sornione Pautasso.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information