scheda
 1447 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il colonnello Buttiglione diventa generale (1974)

Torna indietro

Il colonnello Buttiglione diventa generale (1974)



Regia/Director: Mino Guerrini
Soggetto/Subject: Franco Castellano, Giuseppe Moccia [Pipolo]
Sceneggiatura/Screenplay: Franco Castellano, Giuseppe Moccia [Pipolo]
Interpreti/Actors: Jacques Dufilho (colonnello, poi generale Buttiglione), Aldo Maccione (sergente Alessandro Mastino), Mario Marenco [Marius Marenco] (ten. medico Mariani), Silvio Spaccesi (generale Damigiani), Franco Diogene, Vincenzo Crocitti, Renzo Marignano (gen. John Ernest Dunn), Giacomo Rizzo (caporale De Martino), Daniele Dublino (Otto Kraus), Massimo De Rossi, Riccardo Capogrossi, Gillian Bray, Wilma Casagrande, Sergio Battaglia, Ettore Arena, Maurizio Mattioli, Adolfo Caruso, Leo Valeriano, Sergio Di Pinto, Angelo Friselli, Vincenzo Zanghi, Mario Tipi, Luigi Antonio Guerra, Francesco Romano, Ennio Colajanni, Roberto Borelli, Romano Dessi, Carlo Carpentieri, Claudio Palmieri, Adriano Pace, Pietro Perretta
Fotografia/Photography: Aristide Massaccesi
Musica/Music: Gianni Boncompagni
Scene/Scene Design: Giovanni Natalucci
Montaggio/Editing: Bruno Micheli
Suono/Sound: Gaetano Testa
Produzione/Production: Coralta Cinematografica, Fox-Europa Production, Paris
Distribuzione/Distribution: Cineriz
censura: 64811 del 06-07-1974
Altri titoli: Vive la quille, Herr Oberst haben eine Macke
Trama: Il glorioso 4° Reggimento, al comando del colonnello Buttiglione, lascia la caserma Zanzibar per partecipare alle esercitazioni della TATO. Giunti sul terreno tattico, il Colonnello impegna gli uomini in una serie di pesanti allenamenti. E finalmente le manovre congiunte tra le forze alleate hanno inizio: è una specie di vera guerra, anche se simulata. Buttiglione, che tiene particolarmente a che il suo Reggimento si distingua, interrompe ogni contatto radio sia con gli alleati che con gli ipotetici nemici, tentando di fare del suo reggimento una formazione fantasma che colpisce e poi sparisce nell'ombra. Ma ben presto il glorioso 4° Reggimento, privo di collegamenti, precipita nel caos. Solo l'eroico Colonnello Buttiglione mantiene la calma, persino quando i reparti sconfinano in un paese neutrale e... conquistano una città. Buttiglione ne ha ormai combinate tante e poi tante, che alle massime autorità politiche e militari non resta che... promuoverlo generale: farà meno danno, si spera, in un innocuo ufficio del Ministero che non alla testa del glorioso 4° Reggimento.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information