1810 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Polvere di stelle (1973)

Torna indietro

Polvere di stelle (1973)



Regia/Director: Alberto Sordi
Soggetto/Subject: Ruggero Maccari
Sceneggiatura/Screenplay: Ruggero Maccari, Bernardino Zapponi, Alberto Sordi
Interpreti/Actors: Alberto Sordi (Mimmo Adami), Monica Vitti (Dea Dani), John Phillip Law (John, marinaio U.S.A.), Eduardo Fajeta (Ciccio Caracioni), Wanda Osiris (se stessa), Carlo Dapporto (se stesso), Franco Agrisano (federale), Franca Scagnetti (sorella di Ciccio), Dino Curcio (capostazione), Silvana Zalfatti (Cristina), Francesco Magno (professore), Alfredo Adami (impresario Cecioni), Lorenzo Piani, Luigi Antonio Guerra, Elisa Colavecchi (ballerina), Miriam Cunzio (ballerina), Lia Ferri (ballerina), Jolanda Piziem (ballerina), Maria Luisa Serena (ballerina), Alvaro Vitali (ballerino di claquette), John Karlsen (comandante tedesco), Mimmo Poli (spettatore grasso), Pietro Ceccarelli (soldato tedesco sul battello), Cristina Tamborra, Antonio Apramonte, Leopoldo Carbone, Gennaro Carbisiero, Marco Leandris, Vincenzo Maranzino, Luciano Tacconi, Raffaele Vestoso
Fotografia/Photography: Franco Di Giacomo
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Bruna Parmesan
Scene/Scene Design: Mario Garbuglia
Montaggio/Editing: Raimondo Crociani
Suono/Sound: Domenico Dubbini
Produzione/Production: Capitolina Produzioni Cinematografiche
Distribuzione/Distribution: Fida Cinematografica
censura: 63526 del 14-11-1973
Altri titoli: Poussière d'étoiles
Trama: Mimmo e Dea, lui capocomico e lei soubrette, mandano avanti una modesta compagnia di avanspettacolo, che non è mai uscita da un misero "giro" provinciale. "Requisita" dai tedeschi e spedita a Venezia, la compagnia finisce invece a Bari, appena eretta al rango di capitale provvisoria. Un soggiorno in un campo profughi e poi uno spettacolo per i soldati alleati. Quei bonaccioni si entusiasmano per le doti comiche di Mimmo, le canzonette di Dea e le sgraziate piroette delle ballerine: li fanno debuttare addirittura al teatro Petruzzelli. Successo grande, soldi, progetti grandiosi. Ma... gli americani se ne vanno: ormai Roma, liberata, è tornata ad essere la capitale. Il Petruzzelli chiude spietatamente le porte in faccia a Mimmo e compagni. Non resta che trasferirsi a Roma, ritrovare gli amici americani. Ma a Roma il risveglio è brusco: nella capitale non c'è posto per dei miseri guitti. Non rimangono loro che i dolci ricordi da raccontare ai colleghi, increduli, durante le lunghe soste in Galleria Colonna. E poi il buio della notte li inghiottirà, mentre risuona la musica di Polvere di Stelle, ricordo del loro grande trionfo a Bari.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information