741 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La mano spietata della legge (1973)

Torna indietro

La mano spietata della legge (1973)



Regia/Director: Mario Gariazzo
Soggetto/Subject: Mario Gariazzo
Sceneggiatura/Screenplay: Mario Gariazzo
Interpreti/Actors: Philippe Leroy (commissario Gianni De Carmine), Silvia Monti (Linda), Tony Norton (commissario D'Amico), Klaus Kinski (Vito Quatroni), Pia Giancaro (Nadia Antonelli), Lincoln Tate (agente Ventura), Fausto Tozzi (Nicolò Patrovita), Guido Alberti (prof. Palmieri), Cyril Cusack (giudice), Sergio Fantoni (Musanti), Denise O'Hara, Rosario Borelli (Salvatore Perrone), Marino Masè (Giuseppe Di Leo), Klaus Kinski (Vito Quatroni), Tom Felleghi (maresciallo), Valentino Macchi (Genovesi, garagista confidente), Lorenzo Fineschi, Luciano Rossi, Lorenzo Magnolia
Fotografia/Photography: Enrico Cortese
Musica/Music: Stelvio Cipriani
Costumi/Costume Design: Lorenzo Baraldi
Scene/Scene Design: Antonio Visone, Antonio Visone
Montaggio/Editing: Alberto Gallitti
Suono/Sound: Manlio Magara
Produzione/Production: Difnei Cinematografica
Distribuzione/Distribution: Medusa
censura: 63028 del 07-09-1973
Altri titoli: La fureur d'un flic
Trama: La polizia indaga sulla morte di un boss mafioso, che un killer venuto dall'America ha eliminato nella clinica dov'era ricoverato. Una hostess riconosce l'identikit dell'assassino, ma sia lei che, successivamente, una sua collega a cui si era confidata, vengono fatte sparire. Il commissario De Carmine stringe le fila dell'indagine, ma urta contro impreviste difficoltà, che sembrano derivargli dagli stessi ambienti della polizia: schede segnaletiche che spariscono, detenuti eliminati perché non parlino, un'intera scorta trucidata mentre da Milano trasferisce a Roma un indiziato. Finalmente egli riesce a far confessare l'agente Venturi, il quale lo mette a giorno di un grosso racket riguardante la borsa valori e della quale il boss ucciso in clinica sapeva troppo. Capo dell'organizzazione è un'alta personalità del mondo economico. De Carmine ottiene l'autorizzazione a fermare costui, ma non potrà servirsene: una raffica di mitra pone fine alla sua esistenza e all'indagine.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information