1505 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Valeria dentro e fuori (1972)

Torna indietro

Valeria dentro e fuori (1972)



Regia/Director: Brunello Rondi
Soggetto/Subject: Brunello Rondi
Sceneggiatura/Screenplay: Brunello Rondi, Aldo Semerari
Interpreti/Actors: Barbara Bouchet (Valeria Rocchi), Pier Paolo Capponi (David Rocchi), Umberto Raho (prof. Vannutelli), Maria Mizar (suora), Claudio Gora, Liliana Pacinotti, Gino Cassani (Marco Rocchi), Paola Corazzi, Rosemarie Lindt, Erna Schurer (Evi), Paola Parri, Patrizia De Monte, Franca Tedeschi, Barbara Betti, Nancy Lecchini, Rita Loverde, Alessandro Perrella, Lorenzo Piani, Mario Dardanelli, Ignazio Bevilacqua, Enzo Spitaleri, Bruno Alias
Fotografia/Photography: Claudio Racca
Musica/Music: Franco Bixio
Costumi/Costume Design: Luciano Vincenti
Scene/Scene Design: Luciano Vincenti
Montaggio/Editing: Marcello Malvestito
Suono/Sound: Pasquale Rotolo
Produzione/Production: Naxos Film
Distribuzione/Distribution: Panta Cinematografica
censura: 60406 del 25-05-1972
Trama: Valeria è una signora della borghesia romana, di origine, però, straniera, che ha subito un forte trauma nell'infanzia. Valeria è arrivata alla giovinezza, sposandosi, ma rimanendo una "schizofrenica". Ha sposato un uomo bello ed affascinante, ma ambiguo: un musicista che ha con lei un rapporto soprattutto di morbosa curiosità intellettuale. Così Valeria affonda sempre più nella propria deformazione patologica, che compromette sempre più il suo equilibrio umano e sociale. Dopo una crisi più forte delle altre, viene da lui portata con l'inganno direttamente in casa di cura. Inizia, così, il soggiorno di Valeria nella clinica, popolato di molti personaggi ricchi di deliranti ed inaudite fantasie: dal "barone" che si costruisce bambole di mollica di pane, a - soprattutto - Evi, che è una splendida ex-fotomodella, dal passato denso di fama e di facile gloria. Durante, dunque, il suo soggiorno nella clinica, Valeria sprofonda sempre più in questo mondo di deliranti fantasie. Mentre suo marito, che si reca sovente ad osservarla ed a studiarla, trae dalla terribile esperienza della moglie, artistica e crudele ispirazione: riuscendo a comporre - la sua migliore opera -. La storia finisce con la partenza di questo marito, che ormai segue la via del proprio successo artistico, per non tornare mai più indietro. Mentre Valeria, sprofondando sempre più in un cosmo di immagini stupende e deliranti, nelle quali però vivrà sempre, mitica ed altissima, la sua speranza di maternità.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information