2049 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il terrore con gli occhi storti (1972)

Torna indietro

Il terrore con gli occhi storti (1972)



Regia/Director: Stefano Vanzina [Steno]
Soggetto/Subject: Giulio Scarnicci, Raimondo Vianello
Sceneggiatura/Screenplay: Giulio Scarnicci, Stefano Vanzina [Steno], Raimondo Vianello
Interpreti/Actors: Enrico Montesano (Mino Orlandi), Alighiero Noschese (Giacinto Puddu), Francis Blanche (commissario Pigna), Isabella Biagini (Mirella Trombetti), Lino Banfi (vice commissario Magli), Maria Baxa (Margaretha), Francesco Mulè (questore), Daniele Vargas (José), Umberto Raho (assassino), Valentino Macchi (speaker TV), Nello Pazzafini (Ivan), Mimmo Poli (barman al party), Luca Sportelli (portinaio), Gastone Pescucci, Isabelle Marchal, Ada Pometti, Lino Coletta, Sergio Serafini, Dino Curcio
Fotografia/Photography: Giuseppe Ruzzolini
Musica/Music: Guido De Angelis, Maurizio De Angelis
Scene/Scene Design: Alberto Boccianti, Alberto Boccianti
Montaggio/Editing: Tatiana Casini
Produzione/Production: Produzioni De Laurentiis - International Manufacturing Compa, Universal Productions France, Paris
Distribuzione/Distribution: C.E.I.A.D.
censura: 60760 del 01-08-1972
Trama: Alberto, Mino e Mirella sono tre che sognano la gloria: il primo è una comparsa di film western, il secondo un gommista e la terza una "bonona" per pose pubblicitarie. Tutti e tre s'incontrano al party di un produttore cinematografico credendo di essere importanti, ma quando se ne vanno e si ritrovano insieme si accorgono di essere dei poveri disgraziati. Per farsi della pubblicità decidono allora di inscenare un falso delitto nell'appartamento della ragazza. Tutto riesce alla perfezione, tanto perfetto che nella camera da letto c'è un vero cadavere, una certa Margareta, amica di Mirella, assassinata sul serio. I tre riescono a fuggire in un casolare: purtroppo però tutti gli indizi sono contro di loro. L'unico modo per salvarsi è quello di scoprire il vero assassino della ragazza. Il loro tentativo si rivelerà vano a seguito di una serie incessante di complicazioni in cui finiscono per essere coinvolti. Verranno condotti in carcere. Non se la prendono perché hanno così raggiunto successo e notorietà.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information