scheda
 1504 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Jus primae noctis (1972)

Torna indietro

Jus primae noctis (1972)



Regia/Director: Pasquale Festa Campanile
Soggetto/Subject: Ugo Liberatore
Sceneggiatura/Screenplay: Luigi Malerba, Ottavio Jemma, Pasquale Festa Campanile
Interpreti/Actors: Lando Buzzanca (Aregardo da Ficulle), Renzo Montagnani (Gandolfo), Marilù Tolo (Venerata de Lanzicco), Paolo Stoppa (Papa), Felice Andreasi (Frate Puccio), Gino Pernice (Marculfo), Toni Ucci (Giudone, amico di Gandolfo), Giancarlo Cobelli (Curiale), Alberto Sorrentino (Gaudenzio il frate), Roberto Antonelli (Ulfredo), Franco Latini (Sdrubalo), Ely Galleani (Beata), Roberto Antonelli, Guido Lollobrigida (contadino), Gianni Magni, Franco Pesce (vecchio De Lanzicco), Ignazio Leone (antipapa), Sergio Ammirata, Enrica Bonaccorti, Franco Latini, Guglielmo Spoletini, Bruno Boschetti, Bruno Vaerini, Carla Mancini
Fotografia/Photography: Silvano Ippoliti
Musica/Music: Riz Ortolani
Costumi/Costume Design: Ezio Altieri
Scene/Scene Design: Ezio Altieri, Ezio Altieri
Montaggio/Editing: Nino Baragli
Produzione/Production: Clesi Cinematografica, Verona Produzione (1967)
Distribuzione/Distribution: Cinema International Corporation
censura: 60868 del 07-09-1972
Trama: Nel Medioevo, in un borgo italico. Ariberto è il padrone, è il più "dritto". Impone gabelle che solo Gandolfo cerca di non subire. Ariberto però impone altre leggi assurde: tra l'altro decide di ripristinare la pratica dello jus primae noctis. La prima sposina su cui vuol far valere il suo diritto è una bella contadina. Intanto Gandolfo che pensava di sposarsi ci rinuncia. Accetta di sposare solo quando Ariberto gli garantisce che non eserciterà con lui il suo diritto. Ma si tratta di un inganno: al momento delle nozze rifiuta il denaro di Gandolfo e pretende la sposa. Dopo vari episodi, con alterne vicende, Ariberto fa sua la moglie di Gandolfo: ha promesso che è l'ultima volta che usa lo jus primae noctis perché a giorni sarà lui a sposarsi con una nobile giovane di un feudo vicino. Il che avviene puntualmente. Tuttavia Ariberto e la sua sposa escono dalla chiesa trovano i paesani che lo catturano e applicano essi stavolta lo jus primae noctis sulla sposa del loro ex signore.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information