661 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Ettore lo fusto (1972)

Torna indietro

Ettore lo fusto (1972)



Regia/Director: Enzo Girolami [Enzo G. Castellari]
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Alessandro Continenza, Lucio Fulci, Enzo G. Castellari, Leonardo Martin
Interpreti/Actors: Vittorio Caprioli (Menelao), Orchidea De Santis (Briseide), Michael Forest (Achille), José Luis Gallardo (Paride), Giancarlo Giannini (Ulisse detto il Drittone), Aldo Giuffrè (Agamennone), Philippe Leroy (Ettore), Haydée Politoff (Criseide), Giancarlo Prete (Patroclo), Luciano Salce (Mercurio), Giancarlo Tedeschi (Priamo), Franca Valeri (Cassandra), Rosanna Schiaffino (Elena), Vittorio De Sica (Giove), Pepe Calvo, Gigi Rizzi, Gerry Bruno, Rosa Torosh, Alan Géerard, Luis Suarez, Franco Persico, Edoardo Nevola, Umberto Di Grazia, Umberto Di Grazia, Armando Bottin, Massimo Vanni, Franco Cianfriglia, Pietro Torrisi
Fotografia/Photography: Guglielmo Mancori
Musica/Music: Francesco De Masi
Costumi/Costume Design: Walter Patriarca
Scene/Scene Design: Alberto Boccianti
Montaggio/Editing: Vincenzo Tomassi, Antonio Ramirez
Produzione/Production: Empire Films, Labrador Films, Paris, Star Films, Madrid, Studio du Dragon, Paris
Distribuzione/Distribution: Fida Cinematografica
censura: 59573 del 05-01-1972
Altri titoli: Il drittone, Das Pferd kam ohne Socken, El rapto de Elena, decente italiana
Trama: Il terreno dove sorge "La Troika", elegante villa per appuntamenti diretta da Ettore Lo Fusto, serve al conte Mercurio, braccio destro del cardinal Giova, per realizzare un grosso complesso edilizio. Ettore Lo Fusto non è intenzionato a cedere il suo "regno". Per smuoverlo da lì ci vuole una guerra. E per combattere la forte ed organizzata famiglia Lo Fusto il conte Mercurio ha trovato i guerrieri giusti: i fratelli Menelao e Agamennone Due Re, soprannominati "rebecco" e "resegone", i quali ambiscono a divenire i sostituti dei Lo Fusto una volta eliminati. Per addurre un pretesto alla guerra, Mercurio convince Ettore Lo Fusto a far rapire la bella Elena, moglie di Menelao rebecco. Avvenuto il rapimento ad opera di Paride Lo Fusto, rapimento al quale la bella Elena non ha posto opposizione, scoppia la guerra. I due re stanno perdendo, ma l'astuto Ulisse convince Ettore a battersi in un duello motociclistico contro Patroclo amico di Achille, capo di una agguerrita gang motorizzata, che per questioni di donne non è intervenuto nella mischia. Patroclo soccombe. Esplode l'ira di Achille, che con i suoi guerrieri distrugge tutto. Malgrado il loro coraggio i Lo Fusto sono annientati. Elena viene ripresa da Menelao, alias Rebecco. La guerra è così servita al Conte Mercurio per espropriare il terreno dei Lo Fusto e costruirci la "Pia Opera Edilizia...".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information