965 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

...E poi lo chiamarono il Magnifico (1972)

Torna indietro

...E poi lo chiamarono il Magnifico (1972)



Regia/Director: Enzo Barboni [E. B. Clucher]
Soggetto/Subject: Enzo Barboni [E. B. Clucher]
Sceneggiatura/Screenplay: Enzo Barboni [E. B. Clucher]
Interpreti/Actors: Mario Girotti [Terence Hill] (Thomas Fitzpatrick Philip Moore), Gregory Walcott (Bill), Harry Jr. Carey (John), Dominic Barto (Monky Smith), Yanti Somer (miss Candida Olsen), Riccardo Pizzuti (Clay Morton), Enzo Fiermonte (Olsen, padre), Danika La Loggia, Jean Louis, Alessandro Sperlì, Tony Norton, Steffen Zacharias (uomo col carro), Pupo De Luca [Giovanni De Luca] (direttore carcere), Salvatore Borgese [Sal Borgese] (bandito in nero), Luigi Casellato (taverniere), Leone Rigal Sezanne, François Renè Gerber, Furio Meniconi (uomo in treno), Fortunato Arena (altro uomo in treno), Dalusa Harris, Mario Dionisi, Spartaco Conversi, Giancarlo Nacinelli, Claudio Ruffini, Muriel Bauducco, Bernard Farber, Luigi Antonio Guerra, Janos Bartha, Dante Cleri (ubriacone), Margherita Horowitz (signora in diligenza), Salvatore Baccaro (detenuto), Rigel Suzanne Cello
Fotografia/Photography: Aldo Giordani
Musica/Music: Guido De Angelis, Maurizio De Angelis
Costumi/Costume Design: Enzo Bulgarelli
Scene/Scene Design: Enzo Bulgarelli
Montaggio/Editing: Eugenio Alabiso
Suono/Sound: Pietro Spadoni
Produzione/Production: P.E.A. - Produzioni Europee Associate di Grimaldi Maria Rosa, Productions Artistes Associés, Paris, Jadran Film, Zagreb
Distribuzione/Distribution: United Artists Europa
censura: 60912 del 07-09-1972
Altri titoli: A Man from the East, El magnifico, ...E agora chamam-lhe Magnífico!, Verflucht, verdammt und Halleluja
Trama: Dal raffinato "college" del New England dov'è stato educato, il giovane Tom sbarca nel West ancora selvaggio e s'incontra con Bull, Monkey e Holy Joe, tre vecchi e sbracatissimi amici di suo padre, facili alla pistola e allergici al sapone, beatamente immersi in una vita libera e randagia, simili a cavalli bradi. E' stato proprio il vecchio inglese che, prima di morire, ha promosso questo incontro, convinto che la rude "way of life" dei suoi tre antichi compagnoni varrà a fare del figlio un vero uomo, e che il ragazzo a sua volta indurrà i tre girovaghi a metter la testa a partito e - chissà - a lavorare. I primi approcci non sono facili. Ma col tempo il ragazzo apprende dai suoi strani amici non poche cose: per esempio, che una pistola bisogna saperla usare, ma solo per difendersi, che occorre menar le mani quando occorre, e che non ci si fa soffiare la ragazza da un mandriano prepotente. C'è un posto riservato sulla diligenza che lascia il paese: chi l'occuperà? Il mandriano vuole costringere Tom a cedere il campo e a partire; ma dopo un epico scontro, durante il quale viene più volte ridicolizzato, è proprio lui invece che con la coda fra le gambe deve salire sulla diligenza e tagliare la corda. Tom resta con la ragazza amata. E i tre compari? La vita "borghese" non è fatta per loro: malgrado le insistenze del giovane amico montano a cavallo e si avviano verso il sole al tramonto, per gli spazi sconfinati dell'eterno West. Ma...

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information