1743 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il diavolo nel cervello (1972)

Torna indietro

Il diavolo nel cervello (1972)



Regia/Director: Sergio Sollima
Soggetto/Subject: Luigi Emmanuele, Sergio Sollima
Sceneggiatura/Screenplay: Suso Cecchi D'Amico, Sergio Sollima
Interpreti/Actors: Stefania Sandrelli (Sandra Osio De Blanc-Garces), Keir Dullea (Oscar Minno), Micheline Presle (contessa Claudia Osio De Blanc), Maurice Ronet (Fabrizio Garces, marito di Sandra), Tino Buazzelli (dr. Emilio Bontempi), Renato Cestiè (Riccardo Garces, detto Ricky), Orchidea De Caterina (servetta), Gaia Germani (Bianca Molteni), Gabriella Lepori (ragazza che si abbronza sulla terrazza), Elsa Boni (infermiera), Giorgio Basso, Alberto Carrera, Bruno Boschetti, Giorgio Dolfin, Tina Maver, Nadia Pedersoli, Renzo Scali
Fotografia/Photography: Aldo Scavarda
Musica/Music: Ennio Morricone
Costumi/Costume Design: Enrico Job
Scene/Scene Design: Giancarlo Bartolini Salimbeni, Giancarlo Bartolini Salimbeni
Montaggio/Editing: Sergio Montanari
Suono/Sound: Amedeo Casati
Produzione/Production: Verona Produzione (1967), Marianne Productions, Paris, Universal Productions France, Paris
Distribuzione/Distribution: Cinema International Corporation
censura: 59897 del 08-03-1972
Altri titoli: Le diable dans la tête
Trama: Mancanza di affetti, indifferenza, cinismo maturano una crisi in una giovane coppia dell'aristocrazia. Fabrizio, il marito di Sandra, un giorno viene trovato morto nella sua villa. La colpa è attribuita a Ricky, bambino difficile e introverso, la cui gelosia per la madre e l'aridità affettiva dell'ambiente avevano spinto in passato a momenti di violenta ribellione. Sandra per lo shock subìto improvvisamente perde la memoria. Un suo ex corteggiatore, Oscar, tenta per amore, con l'aiuto di uno psichiatra, di riportare la giovane alla coscienza di se stessa. Dimostrata anzitutto la non colpevolezza del bambino, la paziente indagine psicologica mette in rilievo la personalità di Fabrizio, freddo opportunista, nelle contrastanti prospettive delle persone che gli furono intime. Infine durante una ricostruzione dell'omicidio, la apparizione improvvisa del figlioletto provoca in Sandra un controshock che ne sblocca la memoria. Essa fulmineamente riconosce in Oscar l'assassino del marito. Il giovane innamorato era stato incaricato da Fabrizio di uccidere Sandra ma anziché rifiutare aveva rovesciato tale piano per salvarla ed eliminare così l'antico rivale.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information