1478 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Testa t'ammazzo, croce... sei morto! Mi chiamano Alleluja (1971)

Torna indietro

Testa t'ammazzo, croce... sei morto! Mi chiamano Alleluja (1971)



Regia/Director: Giuliano Carnimeo [Anthony Ascott]
Soggetto/Subject: Tito Carpi
Sceneggiatura/Screenplay: Tito Carpi
Interpreti/Actors: George Hilton (Alleluja), Charles Southwood (granduca Alessio), Agata Flory (finta suora), Roberto Camardiel (Emiliano Ramirez), Paolo Gozlino (Forchum), Federico Boido [Rick Boyd] (Slockund), Andrea Bosic (Johannes Krantz), Aldo Barberito (Vittoriano Pacheco), Linda Sini (Gertrude), Paolo Magalotti, Ugo Adinolfi, Lino Coletta ("Sentenza"), Fortunato Arena, Goffredo Ungaro [Freddy Unger] (Benny Boy), Rocco Lerro, Gaetano Scala, Claudio Ruffini, Franco Pesce (albergatore), Luciano Rossi (torturatore della suora), Aldo Berti
Fotografia/Photography: Stelvio Massi
Musica/Music: Stelvio Cipriani
Costumi/Costume Design: Luciano Sagoni
Scene/Scene Design: Giacomo Calò Carducci
Montaggio/Editing: Ornella Micheli
Suono/Sound: Guido Ortensi
Produzione/Production: Colosseo Artistica
Distribuzione/Distribution: Panta Cinematografica
censura: 58019 del 03-04-1971
Altri titoli: On m'appelle Alleluja, ...Man nennt mich Halleluja
Trama: Alleluja riceve da generale Juarista Ramirez l'incarico di impadronirsi di una misteriosa borsa che un alto funzionario di Massimiliano sta portando sotto scorta verso una località al confine con gli Stati Uniti. Un gruppo di banditi, travestiti da frati stermina il gruppo in un convento che sembra sia la sede dell'incontro. Alleluja riesce a strappare la borsa ai banditi, ma rimane molto interdetto quando si accorge del contenuto: gioielli falsi, che avrebbero dovuto servire all'acquisto di alcune mitragliatrici dal signor Kranzt, un mercante d'armi che sta nel villaggio americano di Yucca. Incontrata una giovane suora, viene da questi incolpato dello sterminio compiuto nel convento, imprigionato riesce ad evadere e comincia l'inseguimento della suora che nel frattempo è stata presa prigioniera dai banditi. Riesce a salvarla e cerca di tornare da Ramirez, ma questi, nel frattempo, è stato preso prigioniero dagli imperialisti. Alleluja lo libera, ma la suora lo riaccusa di essere un agente di Massimiliano. Anche stavolta per un soffio riesce ad evitar la forca. Deciso più che mai a mettere le mani sopra le mitragliatrici e sopra i gioielli veri si ributta nella mischia per uscirne naturalmente vincitore.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information