999 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Le inibizioni del dottor Gaudenzi, vedovo col complesso della buonanima (1971)

Torna indietro

Le inibizioni del dottor Gaudenzi, vedovo col complesso della buonanima (1971)



Regia/Director: Gianni Grimaldi
Soggetto/Subject: Gianni Grimaldi
Sceneggiatura/Screenplay: Gianni Grimaldi
Interpreti/Actors: Lando Buzzanca (dott. Francesco Gaudenzi), Françoise Prévost (sua moglie), Katia Christine (Paola), Saro Urzì, Marisa Bartoli, Francesca Benedetti, Ilaria Guerrini, Renato Malavasi, Carla Mancini, Enrico Marciani, Gilberto Mazzi, Giuseppe Pattavina, Carla Romanelli, Linda Sini, Renata Zamengo, Anna Zinnemann, Barbosa Vania, Solange, Giovanni Cori, Manlio Dalla Pria, Annie Karol Edel, Franca Haas, Fulvio Mingozzi, Francesco Sineri, Paolo Carlini, Carletto Sposito, Marisa Fabbri, Consalvo Dell'Arti, Francesco Salvi
Fotografia/Photography: Gastone Di Giovanni
Musica/Music: Nico Fidenco
Costumi/Costume Design: Giulia Mafai
Scene/Scene Design: Aldo Marini, Aldo Marini
Montaggio/Editing: Daniele Alabiso
Suono/Sound: Marcello Carlini, Pietro Vesperini
Produzione/Production: Italian International Film, Medusa Distribuzione, Princeps Produzioni Cinematografiche e Televisive
Distribuzione/Distribution: Medusa Distribuzione
censura: 59386 del 03-12-1971
Altri titoli: Les obsessions sexuelles d'un veuf
Trama: Siamo a Roma. Il dottor Gaudenzi, un siciliano di razza, appartenente a quella fauna di "pappagalli" abilmente ritratti da Brancati nei suoi racconti catanesi, ha sposato la figlia di un ricco industriale. Il colpo è grosso e si avvia a diventarlo ancora di più quando la moglie fa rapidamente i bagagli per passare a miglior vita. Senonché prima di spirare, la signora Gaudenzi costringe il marito alla presenza di un cardinale, a rimanerle fedele anche dopo la sua dipartita. Da qui una serie di situazioni divertenti che porteranno Carlo Giuffré (è lui il protagonista) sull'orlo della crisi. Appena il dottor Gaudenzi si arrischia a volgere lo sguardo voglioso verso una donna accadono le cose più strane. Giuffré è vinto. Fa i bagagli per la Sicilia, stanco di tutto e deciso, suo malgrado a stare ai patti con la Buonanima. Per rendere poi meno duro il suo compito di aspirante casto e puro il dottor Gaudenzi si fa iniettare una dose, forse troppo massiccia, di ormoni femminili, per attenuare la propria virilità. Sembrerebbe che la Buonanima abbia vinto su tutto il fronte, ma a guastare i piani della "cara estinta" arriva la donna sogno, quella che ogni uomo spera di incontrare nella propria vita, riportando il dottor Gaudenzi al primitivo stato di maschio siciliano.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information