1580 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La Betía, ovvero in amore per ogni gaudenza ci vuole sofferenza (1971)

Torna indietro

La Betía, ovvero in amore per ogni gaudenza ci vuole sofferenza (1971)



Regia/Director: Gianfranco De Bosio
Sceneggiatura/Screenplay: Leo Benvenuti, Piero De Bernardi, Gianfranco De Bosio
Interpreti/Actors: Nino Manfredi (Nale), Rosanna Schiaffino (Betìa), Ljubisa Samardzie [Smoki Samardì] (Zilio), Mario Carotenuto (Tacio), Lino Toffolo (Bazzarello), Eva Ras (Tamia, moglie di Nale), Olivera Markovic (madre di Betìa), Franco Pesce (Barbascati), Boban Petrovic (Menegasso), Claudio Trionfi (Michele Rosegato)
Fotografia/Photography: Roberto Gerardi
Musica/Music: Carlo Rustichelli
Costumi/Costume Design: Cesare Rovatti
Scene/Scene Design: Sergio Canevari, Aza Milovic
Montaggio/Editing: Alberto Gallitti
Produzione/Production: Finarco, Merope Film, C.F.S. Kosutnjak, Beograd
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 59407 del 10-12-1971
Altri titoli: La betia
Trama: Il film è la libera riduzione cinematografica della commedia "La betìa" di Angelo Beolco, detto il Ruzante. La vicenda trae lo spunto dalla passione amorosa del giovane bracciante Zilio per la bella Betìa, la gagliarda figlia di donna Menega, vedova di un fattore, accorta fittavola dei signori della città. Zilio, sia per povertà, che per la sua inefficace e goffa proposta d'amore, non è corrisposto da Betìa, che addirittura lo beffeggia. Per cercare di portare a buon termine i suoi propositi Zilio si allega ad un suo amico, Nale, un trentenne benestante, il quale dovrebbe convincere Betìa al matrimonio. Betìa accetta di sposare Zilio solo a patto di avere, in pratica due mariti: Zilio e il benestante Nale, che, sebbene ammogliato, le promette di assecondare i suoi desideri. Quando finalmente Zilio riesce a sposare la sua bella compagna, Nale ne reclama i diritti di "primae noctis". Zilio, eccitato dal vino e dalla gelosia, gli sferra una pugnalata, che lo ferisce leggermente. Tutti, però lo credono morto. Sfruttando l'equivoco, Nale si fa beffe degli amici e della sua ex legittima moglie, che intuito il "gioco" lo ripaga con la stessa moneta.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information