scheda
 1351 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Le belve (1971)

Torna indietro

Le belve (1971)



Regia/Director: Gianni Grimaldi
Soggetto/Subject: Bruno Corbucci, Giovanni Grimaldi
Sceneggiatura/Screenplay: Bruno Corbucci
Interpreti/Actors: Lando Buzzanca (telecronista), Lando Buzzanca (ing. Dario Borsetti), Lando Buzzanca (Raimondo, il fachiro), Lando Buzzanca (marito), Lando Buzzanca (prof. Giovanni Apposito), Lando Buzzanca (Lanfranco), Lando Buzzanca (chirurgo), Lando Buzzanca (Francesco Sparapaoli), Carla Mancini, Gina Mascetti (moglie di Orazio), Françoise Prévost (Clara, sua moglie), Helga Liné (moglie del fachiro), Maria Baxa (moglie), Claudio Gora (prof. Giulio Bianchi), Margaret Lee (Judith), Femi Benussi (Concetta), Empedocle Buzzanca, Renato Malavasi (prete), Tino Carraro (ministro), Paola Borboni (suocera del fachiro), Carletto Sposìto (avvocato Apposito), Magalì Noël (Lisa, madre di Lanfranco), Annabella Incontrera (Carmela), Fernando Cajati, Nino Terzo (Orazio), Alberto Plebani, Alfredo Rizzo (amministratore Apposito), Philippe Hersent (Placido, padre di Lanfranco), Ira Fürstenberg (Filomena), Giovanni Cori, Franca Haas (Luisella Borsetti), Mario Maranzana (avvocato difensore), Antonino Della Rocca, Maria Bosco (moglie di Bianchi), Franco Ressel (pubblico ministero), Max Fortuny, Vittorio Fanfoni (direttore generale), Pietro Tordi (avvocato di parte civile), Enrico Marciani, Giovanni Nuvoletti (presidente del tribunale), Mario Marzanelli, Andrea Scotti, Carlo Bagno (testimone), Elio Stefanuzzi, Giulio Tomei, Alberto Plebani
Fotografia/Photography: Gastone Di Giovanni
Musica/Music: Nico Fidenco
Costumi/Costume Design: Giulia Mafai
Scene/Scene Design: Aldo Marini
Montaggio/Editing: Daniele Alabiso
Suono/Sound: Pietro Vesperini
Produzione/Production: Italian International Film, Medusa Distribuzione, Princeps Produzioni Cinematografiche e Televisive
Distribuzione/Distribution: Italian International Film
censura: 57874 del 12-03-1971
Altri titoli: Il Salvatore, La voce del sangue, Il fachiro, Una bella famiglia, Il caso Apposito, Il cincillà, Il chirurgo, Processo a porte chiuse
Trama: Il film è composto da episodi. Il primo è quello del "reporter", che non si cura di salvare la vita di un pazzo in procinto di gettarsi dal balcone, ma lo convince a riflettere ben sapendo che non desisterà, per avere il tempo di far arrivare l'operatore con la macchina da presa per trarre profitto dalla disperazione di una creatura umana. Il secondo è l'episodio del presidente di un grosso ente, accusato di peculato e di nepotismo, che riesce a corrompere periti ed inquirenti di provata onestà, scavando nelle tragiche difficoltà familiari in cui si dibattono, anche se poi, mal sopportando la vergogna di aver ceduto, ricorrono al suicidio. Il terzo episodio è quello della "belva". Ignorante, sprovveduta, istintiva, la belva vive in una sperduta campagna, sfogando i propri istinti abusando delle sorelle. Il quarto episodio è quello nel quale padre e figlio si dividono le grazie della stessa donna; il padre dal "genio musicale" ha sacrificato per 30 anni il figlio in un letto di costrizione in modo che non crescendo di statura rimanga il "bambino prodigio" fino a tarda età.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information