1596 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I tulipani di Haarlem (1970)

Torna indietro

I tulipani di Haarlem (1970)



Regia/Director: Franco Brusati
Soggetto/Subject: Franco Brusati, Sergio Bazzini
Sceneggiatura/Screenplay: Franco Brusati, Sergio Bazzini, Franco Brusati, Sergio Bazzini
Interpreti/Actors: Carole André, Frank Grimes, Gianni Garko, Gianni Giuliano, Pierre Cressoy, Philippe Hersent, Carole André (Sara), Frank Grimes (Pierre Dominique), Gianni Garko (Bernardo), Gianni Giuliano (Gustavo), Pierre Cressoy, Philippe Hersent, Susanne Berthois, Orazio Stracuzzi
Fotografia/Photography: Luciano Tovoli, Luciano Tovoli
Musica/Music: Benedetto Ghiglia, Benedetto Ghiglia
Costumi/Costume Design: Danda Ortona, Danda Ortona
Scene/Scene Design: Luigi Scaccianoce, Luigi Scaccianoce
Montaggio/Editing: Mario Morra, Mario Morra
Suono/Sound: Claudio Maielli
Produzione/Production: P.I.C. - Produzione Intercontinentale Cinematografica, Ultra Film, P.E.C.F., Paris
Distribuzione/Distribution: Dear International - W.B.
censura: 55994 del 22-04-1970
Altri titoli: Les tulipes de Haarlem, Love Does Strange Things to People
Trama: Pierre Dominique, un ragazzo solo al mondo, vive facendo il contabile presso una fabbrica vicino a Bruges in Belgio. E' un ottimista, petulante, conservatore e allegro, nonostante sia sempre solo. Ma forse non si accorge di questa solitudine perché la solitudine è sempre stata con lui, unica vera compagna, un giorno, incontra nella camera mobiliata accanto alla sua, una donna, che egli crede dapprima ubriaca; poi scopre che la donna ha tentato il suicidio, infine constata che la donna non è altro che una "ragazzina" di sedici anni. Una situazione familiare sbagliata, un flirt finito male sono le cause del suo tentato suicidio. Pierre viene ripagato molto male per il suo interessamento, viene ignorato ma la sua costanza verrà infine ripagata riuscendo a ridarle il gusto della vita. Sara decide di partire ma Pierre la minaccia con la pistola: questo gesto dimostrerà alla ragazza chi è Pierre. Ma lei, con la scusa di punirlo, lo sottopone ad alcune prove per accertarsi dei suoi sentimenti. Dapprima sono scherzi infantili, poi sempre più crudeli ed umilianti. Tuttavia Pierre non "molla", tiene stretto questo suo unico legame e non si accorge che la ragazza lentamente si sta innamorando di lui. Poi, improvvisamente la ragazza scompare ed allora Pierre tenta il suicidio; si ritrovano e finalmente danno sfogo ai sentimenti, violenti e delicatissimi nello stesso tempo. Pierre ritrova la felicità perduta, ma sarà proprio questa felicità che indurrà Sara a provare una gelosia assurda nei suoi confronti, finché, col pretesto di fargli una fotografia, lo accecherà con il magnesio.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information