896 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il trapianto (1970)

Torna indietro

Il trapianto (1970)



Regia/Director: Stefano Vanzina [Steno]
Soggetto/Subject: Nino Longobardi
Sceneggiatura/Screenplay: Giulio Scarnicci, Renzo Tarabusi, Stefano Strucchi, Raimondo Vianello, Steno
Interpreti/Actors: Carlo Giuffrè (barone siciliano), Renato Rascel (Dario, I'impiegato), Graziella Granata (moglie del sindaco), Liana Trouché (moglie di Dario), Roberto Camardiel, Rafael Alonso, Feodor Chaliapin jr., Fernando Bilbao, Richard Watson, Pino Patti, Adriana Facchetti, Carlo Rossi, Gabriella Giorgelli, Vicente Roca, Sandro Dori, Gerlando Martelli, Renzo Marignano, Enrique Navarro, Carmelo Finocchiaro, Malisa Longo, Maria Tasso, William Layton, Franca Sciutto, Gaetano Tomaselli, Giovanni Cori, Karen Valenti, Vicente Soler, Pedro Sanchez Polack, Alberto Fogliani, Francesco Leone
Fotografia/Photography: Carlo Carlini
Musica/Music: Gregor Segura
Costumi/Costume Design: Renato Beer
Scene/Scene Design: Alberto Boccianti
Montaggio/Editing: Marcello Malvestito
Suono/Sound: Mario Faraoni
Produzione/Production: Rizzoli Film, Producciónes Cinematográficas D.I.A., Madrid
Distribuzione/Distribution: Cineriz
censura: 55588 del 21-02-1970
Altri titoli: Trasplante a la italiana, Sein bestes Stück verkauftman nicht
Trama: Ecco un trapianto che Barnard e Cooley non faranno mai, ma che costituisce il sogno di tantissimi cui la tarda età ha spento gli impeti virili. Quanto pagherebbero, alcuni, per "tornare" uomini? Un miliardo? Sì, proprio un miliardo e il compenso messo in palio dal magnate svizzero per ritrovare le spente energie. Ma bisogna selezionare bene i "donatori": ed ecco che, volenti o nolenti, un piccolo impiegato mostruosamente prolifico e un avvenentissimo barone siciliano decaduto restano in lizza come finalisti. Chi farà il ben compensato "sacrificio"? L'amena vicenda prima risponde a questa domanda, poi complica le situazioni con l'entrata in campo della mafia, e infine offre una sorpresa, che non riveleremo al lettore-spettatore, il quale potrà trarre dalla paradossale avventura motivo di continuo divertimento.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information