1004 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Contestazione generale (1970)

Torna indietro

Contestazione generale (1970)



Regia/Director: Luigi Zampa
Interpreti/Actors: Nino Manfredi (ragionier Beretta), Vittorio Gassman (Riccardo), Alberto Sordi (don Giuseppe Montani), Milly Vitale (Maria Beretta), Cesare Gelli (Franco), Enrico Maria Salerno (don Roberto), Michel Simon (commendator Cavazza), Paola Gassman (presentatrice), Sergio Tofano (vescovo), Rodolfo Baldini (Maurizio Beretta), Franco Abbina (produttore TV), Marina Vlady (cassiera del bar), Enzo Garinei (esaminatore), Sandro Dori (funzionario TV), Vittorio Duse (brigadiere), Elvira Tonelli (Cesarina, la domestica), Mariangela Melato, Robert Mark (prete protestante), Sandro Merli
Fotografia/Photography: Giuseppe Ruzzolini
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Gabriele Mayer
Scene/Scene Design: Luigi Scaccianoce
Montaggio/Editing: Mario Morra
Suono/Sound: Fernando Pescetelli
Produzione/Production: Ultra Film
Distribuzione/Distribution: C.E.I.A.D.
censura: 55648 del 06-03-1970
Altri titoli: La bomba alla televisione, Concerto a tre pifferi, Università, Il prete
Trama: I tre più famosi attori del cinema italiano - tutti e tre attori brillanti - si incaricano di aggiornare i ritratti di alcuni tra i più tipici campioni di questi tempi, quali un giornalista televisivo improvvisato, un prete di campagna nei guai, un funzionario tiranneggiato dall'industriale capitalista. In queste tre storie di contestazione ve n'è poca, almeno nel senso proprio della parola che significa lotta senza compromessi all'attuale sistema: ma se ne parla molto, soprattutto nel primo episodio che vede Gassman imporre con la prepotenza e i sotterfugi italiani un servizio televisivo sulla contestazione ad una schiera di dirigenti impauriti. Quasi nullo lo spirito di ribellione del prete costretto ad abbandonare la chiesa che sta per crollare; mentre nella terza storia il piccolo impulsivo gesto di rivolta del funzionario viene duramente punito dal padrone. La corda satirica di Zampa è ancora una volta quella amara.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information