592 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'armée des ombres [L'armata degli eroi] (1970)

Torna indietro

L'armée des ombres [L'armata degli eroi] (1970)



Regia/Director: Jean-Pierre Melville
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Jean-Pierre Melville
Interpreti/Actors: Lino Ventura (Philippe Gerbier), Paul Meurisse (Luc Jardie), Jean-Pierre Cassel (Jean-François Jardie), Simone Signoret (Mathilde), Paul Crauchet (Felix), Claude Mann (Claude "Le Masque"), Adrien Cayla-Legrand (De Gaulle), Serge Reggiani (parrucchiere), André Dewawrin (colonnello Passy), Colin Mann ("Dispatcher"), Marcel Bernier (aiutante alla dogana), Michel Fretault (patriota anonimo), Alain Libolt (Paul Dounat), Gaston Meunier (controllore dei bagagli), Alain Mottet (direttore del campo), Gérard Huart (prigioniero), Percival Russel (soldato tedesco), Michel Dacquin (condannato), Jeanne Pérez (Félicité), Jacques Marbeuf (ufficiale tedesco), Jean-Marie Robain (barone), Denis Sadier (medico tedesco), Georges Sellier (colonnello), Anthony Stuart (istruttore), Nathalie Delon (amica di Jean-François), Albert Michel (gendarme), Marco Perrin (giocatore di domino), Hubert de Lapparent (secondo giocatore di domino), Franz Sauer, Pierre Vaudier, Christian Barbier (Le Bison)
Fotografia/Photography: Pierre Lhomme
Musica/Music: Eric De Marsan
Costumi/Costume Design: Colette Baudot
Montaggio/Editing: Françoise Bonnot
Suono/Sound: Jean Néni, Jacques Carrère, Alex Pront, Victor Revelli
Produzione/Production: Fono Roma, Films Corona, Nanterre
Distribuzione/Distribution: Fida Cinematografica
censura: 56645 del 06-10-1970
Altri titoli: The Army in the Shadows, L'Armée des ombres, The Army of Shadows, L'armata degli eroi
Trama: Ottobre 1942. Gerbier, esponente della lotta clandestina, viene arrestato dalla Gestapo, ma riesce ad evadere prima che lo deportino in Germania. Raggiunge i compagni di lotta: il gruppo dopo aver eliminato colui che aveva tradito Gerbier, riprende la sua attività, organizzando periodicamente la fuga in Inghilterra di persone importanti tra cui lo stesso Gerbier e il capo di tutta la resistenza, Jardie: i due vengono decorati da De Gaulle. In seguito Gerbier è costretto a tornare in Francia per tentare il salvataggio di Felix e Jean Francois, due del gruppo, catturati dalle S.S.; ma il tentativo fallisce, i due compagni si suicidano in cella. Ancher Gerbier viene catturato e condannato a morte: ma, benché ferito, evade ancora una volta. Jardie informa il gruppo che Matilde, una compagna di fede sicura, è nelle mani della Gestapo. Resisterà alle torture e ai ricatti dei tedeschi? L'unica soluzione, per quanto penosa, è eliminarla. E' Gerbier stesso che assieme ai suoi uomini, col cuore stretto dall'angoscia, eseguirà la triste incombenza.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information