1102 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Kräsnaja palátka [La tenda rossa] (1969)

Torna indietro

Kräsnaja palátka [La tenda rossa] (1969)



Regia/Director: Mickail K. Kalatozov
Soggetto/Subject: Ennio De Concini
Sceneggiatura/Screenplay: Ennio De Concini, Yurij Nagibin
Interpreti/Actors: Peter Finch (generale Umberto Nobile), Sean Connery (Roald Amundsen), Claudia Cardinale (Valeria), Hardy Krüger (tenente Lundborg), Mario Adorf (serg. telegrafista Biagi), Massimo Girotti (cap. Romagna), Luigi Vannucchi (cap. Zappi), Eduard Marzevich (dott. Finn Malmgren), Grigorj Gaj (prof. Samojlovitc), Donatas Banionis (Mariano), Nikita Mikhalkov (Chuknovskij), Otar Koberidze (Cecioni), Yurij Solomon (Troiani), Boris Kmelnizki (Viglieri), Yurij Vizbor (Behouhek), Nicolaj Ivanov (Kolka), Gustavo D'Arpe
Fotografia/Photography: Leonid Kalashnikov
Musica/Music: Ennio Morricone
Costumi/Costume Design: Natalia Meshkova
Scene/Scene Design: Giancarlo Bartolini Salimbeni, David Vinitski
Montaggio/Editing: Maria Timofeeva
Suono/Sound: Alex Neiman, Victor Babushkin
Produzione/Production: Vides Cinematografica di Franco Cristaldi, Mosfil'm, Moskva
Distribuzione/Distribution: Ital Noleggio Cinematografico
censura: 55159 del 18-12-1969
Altri titoli: La tenda rossa, The Red Tent, La tente rouge, Das rote Zelt
Trama: Costata tre anni di lavoro ed uno sforzo produttivo imponente, la prima co-produzione ufficiale italo-sovietica giunge finalmente in porto, cioè al pubblico: ed il suo risultato meritava tanta attesa. La gloriosa e tragica impresa polare del dirigibile "Italia" è stata infatti ricostruita in tutta la sua forza drammatica e spettacolare; in più il sovietico Kalatozov e i suoi scrittori hanno posto il pubblico di fronte ai problemi umani, alle scelte angosciose, all'alternativa tra la vita e la morte che tante volte si presentò ai protagonisti della vicenda. Il film risulta così un ben dosato impasto di suspense narrativo e d'immagini d'altissimo livello, con memorabili scene tra le quali la caduta del dirigibile, l'ascolto dell'S.O.S., il disgelo. Il "cast", nutritissimo e di livello internazionale, si fa ammirare non solo per la sua imponenza, ma anche per la qualità della recitazione, sempre all'altezza dell'impegno dell'opera.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information