1007 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Gli intoccabili (1969)

Torna indietro

Gli intoccabili (1969)



Regia/Director: Giuliano Montaldo
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Mino Roli, Giuliano Montaldo
Interpreti/Actors: John Cassavetes (Hank McCain), Britt Ekland (Irene Tucker), Peter Falk (Charlie Adamo), Gabriele Ferzetti (don Francesco De Marco), Florinda Bolkan (Joni Adamo), Salvo Randone (don Salvatore De Marco), Gena Rowlands (Rosemary Scott), Luciano Stella [Tony Kendall] (Pete Zacari), Pier Luigi Aprà (Jack McCain), Luigi Pistilli (Duke Mazzanga), Margherita Guzzinati (Margaret De Marco), Stefano Zacharias (Abe Stilberman), James Morrison (Joby Cuda), Claudio Biava (Barclay), Bill Vanders (aiutante di Rosemary), Ermanno Consolazione (Gennarino Esposito), Annabella Andreoli (Assunta Esposito), Val Avery (Chuck Regan), Dennis Sallas (Fred Tecosky), Jack Ackerman (Britten), Billy Lee (Pepe), Maria Mizar, Mirella Panfili, Euplio Moscuso, Roberto Triggi, Gaetano Imbrò, Silvana Bacci, Franco Riti
Fotografia/Photography: Erico Menczer
Musica/Music: Ennio Morricone
Costumi/Costume Design: Enrico Sabbatini
Scene/Scene Design: Flavio Mogherini
Montaggio/Editing: Franco Fraticelli
Suono/Sound: Luciano Welisch
Produzione/Production: Euro Atlantica, Euro International Films
Distribuzione/Distribution: Euro International Films
censura: 53481 del 22-03-1969
Altri titoli: Machine Gun McCain, Les intouchables, Die Unschlagbaren
Trama: I figli, di regola, superano i padri. Sulla strada buona è il figlio di McCain, che fa uscire di prigione il padre dopo quindici anni, per organizzare un grosso colpo. Alle sue spalle c'è il piccolo boss della malavita che vuole farsi largo e arrivare a mettere le mani sui proventi di una casa da gioco di Las Vegas. Ma "Cosa nostra" è potente e vigila. Don Francesco viene spedito a San Francisco per mettere in chiaro tutta la faccenda, ma questa, ormai, è sfuggita di mano agli organizzatori, che vorrebbero tirarsi indietro, perché McCain ha deciso di agire da solo. E' il solitario che non crede nelle attività di gruppo, e dissemina di bombe al plastico tutta la zona per poter agire indisturbato tra la confusione generale. Il colpo riesce, ma ormai è un uomo braccato, e non serve neppure il sacrificio della sua vecchia fiamma (una stupenda Gena Rowlands). McCain morirà come un ribelle che non ha saputo mettersi dalla parte giusta. Firmando questo tipico film d'azione, Montaldo conferma le sue capacità registiche.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information