998 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I quattro dell'Ave Maria (1968)

Torna indietro

I quattro dell'Ave Maria (1968)



Regia/Director: Giuseppe Colizzi
Soggetto/Subject: Giuseppe Colizzi
Sceneggiatura/Screenplay: Giuseppe Colizzi
Interpreti/Actors: Eli Wallach (Cacopoulos), Mario Girotti [Terence Hill] (Cat Stevens), Carlo Pedersoli [Bud Spencer] (Hutch Bessy), Brock Peters (Thomas), Livio Lorenzon (Paco), Tiffany Hoyveld (compagna di Thomas), Armando Bandini (impiegato banca), Stephen Zacharias (mr. Harold), Remo Capitani (Maurice), Federico Boido [Rick Boyd], Bruno Corazzari (Charlie), Antonietta Fiorito, Giuseppe Terranova, Corrado Olmi (uomo che conta i dollari), Isa Foster, Aldo Sala, Edoardo Torricella, Franco Gulà, Dante Cleri (uomo costretto a giocare a carte), Luciano Telli, Kevin McCarthy (Drake), Giancarlo Badessi (manager del pugilatore nero)
Fotografia/Photography: Marcello Masciocchi
Musica/Music: Carlo Rustichelli
Costumi/Costume Design: Luciana Fortini
Scene/Scene Design: Gastone Carsetti
Montaggio/Editing: Marcello Malvestito
Suono/Sound: Augusto Troiani
Produzione/Production: Crono Cinematografica, San Marco (1955)
Distribuzione/Distribution: Euro International Films
censura: 52649 del 29-10-1968
Altri titoli: Ace High, Les quatre de l'Ave Maria, Vier für ein Ave Maria
Trama: Il trucco è semplice: basta applicare una calamita sotto la roulette e la pallina metallizzata si fermerà sul numero voluto. Questa la trovata del "terzo uomo" che Kakopulos, un oriundo greco dalle mani bucate, sta cercando per saldare un vecchio conto. Con lui sono Cat e Hutch (ricordate "Dio perdona... io no!" dello stesso regista?) preoccupati di una sola cosa: rimettere le mani sul malloppo che il "greco" aveva loro "imbolato" con un astuto stratagemma. Kakopulos invece pensa solo a vendicarsi di essere stato lasciato a piedi dai suoi tre compari dopo una rapina. Tutti e tre hanno fatto fortuna: il primo a cadere è il presidente della Harold's Bank, il secondo è Paco, un ricco possidente, il terzo è il biscazziere "dritto", lasciato però nelle mani dei cittadini truffati e inferociti di Fair City. Le peripezie dei tre compari, e dell'amico negro, sono punteggiate dall'umorismo di un attore come Eli Wallach, il simpatico "brutto" de "Il buono, il brutto, il cattivo".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information