816 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Oggi a me... domani a te (1968)

Torna indietro

Oggi a me... domani a te (1968)



Regia/Director: Tonino Cervi
Soggetto/Subject: Dario Argento, Tonino Cervi, Dario Argento, Tonino Cervi
Sceneggiatura/Screenplay: Dario Argento, Tonino Cervi, Dario Argento, Tonino Cervi
Interpreti/Actors: Montgomery Ford (Bill Kiowa), Carlo Pedersoli [Bud Spencer] (O'Bannion), Wayde Preston (Jeff Milton), Jeff Cameron (Moreno), Stanley Gordon (Little Jack), Diana Madigan (Maria), Teodoro Corrà [Doro Corrà] (armiere), Vic Gazzarra (Bunny Fox), Aldo Marianecci (Peter), Michele Borelli (direttore carcere), Umberto Di Grazia (un secondino), Franco Pechini (sceriffo), Franco Gulà (vecchietto nel saloon), Nazzareno Natale, William Berger (Francis "Colt " Moran), Tatsuya Nakadai (James Elfego)
Fotografia/Photography: Sergio D'Offizi
Musica/Music: Angelo Francesco Lavagnino
Costumi/Costume Design: Giorgio Desideri
Scene/Scene Design: Carlo Gervasi
Montaggio/Editing: Sergio Montanari
Suono/Sound: Vittorio De Sisti
Produzione/Production: Splendid, P.A.C. - Produzioni Atlas Cinematografica
Distribuzione/Distribution: P.A.C.
censura: 51163 del 26-03-1968
Altri titoli: Cinq gachettes d'or, Heute ich... morgen du
Trama: Un tipico pistolero dell'Ovest sta cercando dei compagni: li vuole tiratori perfetti, coraggiosi e capaci di grandi imprese. Riesce a trovarli e li induce a suon di dollari a seguirlo, senza rivelare lo scopo del viaggio: promette solo che sarà un lavoro pulito. Infatti si mettono sulle tracce di un celebre bandito, finora sfuggito a tutte le taglie. Si tratta, come apprendiamo, di una vendetta: anni addietro quel bandito gli ha ucciso la moglie, fabbricando poi prove che lo hanno spedito in galera. La caccia è semplice: trasformatisi da inseguito in inseguiti, i cinque tendono un'imboscata e distruggono la banda. Passato alla regia, il produttore Tonino Cervi - in passato ha prodotto film che vanno da "Lunga notte del '43" a "Deserto rosso" - ha raccontato una storia western estremamente lineare in cui nulla è imprevedibile. Particolare attenzione è dedicata alla caratterizzazione dei personaggi ed è interessante la prestazione dell'attore giapponese Tasaya Nakadai nella parte del bandito mezzosangue.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information