930 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

El ''Che'' Guevara (1968)

Torna indietro

El ''Che'' Guevara (1968)



Regia/Director: Paolo Heusch
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Adriano Bolzoni
Interpreti/Actors: Francisco Rabal (El "Che" Guevara), John Ireland (Stuart), Susana Martinkova (Simona), Renato Rossini [Howard Ross] (Pepe), Andrea Checchi (Selnich), Giacomo Rossi Stuart [Jack Stuart] (Prado), Guido Lollobrigida (Vincente), José Torres (Ruiz), Lex Monson (Acacio), Piero Morgia (Willy), Corinne Fontaine (Efsia), Sergio Doria (Clemente), Remo De Angelis (Chino), Bruno Boschetti (guerrigliero), Empedocle Buzzanca (Soto), Raffaele Sparanero (Aguilera), Giancarlo Prete (Miranda), Andrea Scotti (Ramirez), Gianni Pulone (sergente), Romano Moschini (Sebastian)
Fotografia/Photography: Luciano Trasatti
Musica/Music: Nico Fidenco
Costumi/Costume Design: Rosalba Menichelli
Scene/Scene Design: Piero Filippone
Montaggio/Editing: Eugenio Alabiso
Suono/Sound: Armando Timpani
Produzione/Production: Inducine
Distribuzione/Distribution: Magna
censura: 52670 del 06-11-1968
Altri titoli: Stosstrupp ins Jenseits
Trama: Nel novembre del 1966 Ernesto "Chè"Guevara - braccio destro di Fidel Castro e ideologo della rivoluzione cubana - entrò in Bolivia con un passaporto uruguayano. Dopo un breve soggiorno all'hotel Copacabana di La Paz, si diresse in jeep verso le foreste del versante orientale delle Ande. Aveva inizio la guerriglia che doveva tradurre in pratica le ipotesi teoriche formulate in tanti scritti dal "Chè". I compagni, però, erano pochi, scarsissime le risorse locali e infida la popolazione immatura a comprendere quei "ribelli", e infine era equivoco l'atteggiamento del partito comunista locale. Ridotto con sette compagni, Guevara continua la lotta con audacissimi colpi di mano: l'assalto ad un campo nemico per impossessarsi di armi e la distruzione di un'autocolonna. Ma alla fine i "rangers" governativi, aiutati da emissari stranieri, snidano quel pugno di uomini e uccidono tutti i compagni del "Ché". Quest'ultimo, ferito, viene rinchiuso in una scuola. Qui il 9 ottobre 1967 verrà ucciso da un sergente per ordine del comando. Ha inizio la leggenda di un uomo forte e coraggioso.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information