1370 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'avventuriero (1967)

Torna indietro

L'avventuriero (1967)



Regia/Director: Terence Young
Soggetto/Subject: opera
Sceneggiatura/Screenplay: Luciano Vincenzoni, Jo Eisinger
Interpreti/Actors: Anthony Quinn (Jean Peyrol), Rosanna Schiaffino (Arlette), Rita Hayworth (Caterina), Richard Johnson (ten. Georges Real), Anthony Dawson (ammiraglio inglese), Luciano Rossi (Michel), Mino Doro (Dussard), Giulio Marchetti (vecchio marinaio francese), Franco Fantasia (ammiraglio francese), Tom Felleghi (taverniere), Ivo Garrani (Scevola), Franco Giornelli (Simmons), Andrea Fantasia (marinaio anziano), Rita Klein (una ragazza), Raffaella Miceli (Arlette bambina), Giovanni Scratuglia [Ivan G. Scratuglia] (marinaio giovane), Paola Bollalino (ragazza), Mirko Valentin (Jacot), Fabrizio Jovine (archivista), John Francis Lane (cap. portuale), Vittorio Venturoli (uff. francese), Lucio De Santis (un pescatore), Cathy Alexander (una ragazza), Gustavo Gionni (sanculotto), Ruggero Salvadori (un malvivente), Gianni Di Benedetto
Fotografia/Photography: Leonida Barboni
Musica/Music: Ennio Morricone
Costumi/Costume Design: Veniero Colasanti
Scene/Scene Design: Gianni Polidori
Montaggio/Editing: Giancarlo Cappelli
Suono/Sound: Franco Groppioni
Produzione/Production: Arco Film (1960)
Distribuzione/Distribution: C.I.D.I.F.
censura: 49557 del 25-07-1967
Altri titoli: Peyrol le boucanier, The Rover, The Adventurer, Ich komme vom Ende der Welt, El aventurero, The Rover
Trama: L'ex pirata Peyrol è giunto a Tolone assediata, recando dei documenti per l'ammiraglio. Sospettato dalla polizia si rifugia in una casa sul mare, dove vive Arlette, una ragazza che ha perso la famiglia durante il Terrore. Peyrol si affeziona a lei, ma nello stesso tempo si prepara a riprendere il mare. Il ricatto di un ufficiale, che lo spinge a cader in mano agli inglesi con piani di guerra falsi, ma ancor più l'accorgersi che Arlette ama un altro, giovane come lei, lo inducono a partire e a morire sotto il fuoco delle navi inglesi. Il romanzo di Conrad, da cui è tratto il film, è più psicologico che avventuroso: non è un racconto di mare, ma una storia a due tra il vecchio pirata e la ragazza che ha perduto la memoria. Il film ha accentuato tale aspetto, pur lasciando largo spazio alla rievocazione dell'epoca napoleonica, alle battaglie navali e soprattutto conservando alla nostalgia del mare il significato di aspirazione alla libertà.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information