1558 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il sicario (1961)

Torna indietro

Il sicario (1961)



Regia/Director: Damiano Damiani
Soggetto/Subject: Damiano Damiani, Cesare Zavattini
Sceneggiatura/Screenplay: Damiano Damiani, Cesare Zavattini
Interpreti/Actors: Belinda Lee (lleana Torelli), Sylva Koscina (Carla), Sergio Fantoni (Riccardo), Alberto Lupo (Giulio Torelli), Pietro Germi (Bolognesi), Andrea Checchi (Frisler), Lauro Gazzolo (Burlando), Margherita Puratich (Luciana), Bianca Doria (Giovanna Torelli), Nerio Bernardi (avvocato), Bruno Smith (un industriale), Ivano Staccioli (Vincenzo Lopopolo), Gianni Musy Glori (invitato al party), Milena Vukotic (Renata, segretaria), Rina Franchetti (Juzzi), Giulio Marchetti, Victor Touriansky, Emanuela Levi, Bruno Smith, Irene Aloisi, Gualtiero Isnenghi, Attilio Dottesio
Fotografia/Photography: Pier Ludovico Pavoni
Musica/Music: Roberto Nicolosi
Costumi/Costume Design: Nadia Vitali
Scene/Scene Design: Giancarlo Bartolini Salimbeni
Montaggio/Editing: Antonietta Zita
Suono/Sound: Raffaele Del Monte, Ennio Sensi
Produzione/Production: Europa Cinematografica, Galatea
Distribuzione/Distribution: Indipendenti Regionali
censura: 34132 del 04-02-1961
Altri titoli: Das Bittere Leben
Trama: Strozzato dai debiti, Riccardo, un giovane imprenditore, è sull'orlo del fallimento Il suo maggior creditore è Burlando, un vecchio ma meschino amico di famiglia che appena saputo delle difficoltà di Riccardo gli ha chiesto l'immediata restituzione dei soldi prestati. Disperato, non sapendo come tirarsi fuori dalla drammatica situazione, Riccardo decide di assoldare un sicario che uccida Burlando. Dopo due vani tentativi, trova l'uomo che fa per lui in Giulio Torelli, un suo ex dipendente. Questi è un uomo ancora più disperato di Riccardo, ha infatti assoluto bisogno di soldi per non perdere la moglie Ileana di cui è profondamente innamorato. Benché divorato dai dubbi, dopo penose sofferenze Torelli accetta il tremendo incarico e i due uomini studiano a fondo il piano per mettere in atto il delitto. Decidono così che il giorno in cui verrà commesso l'omicidio, Riccardo sarà fuori città con la moglie Carla. Il giorno del delitto, tuttavia, mentre sono in macchina Riccardo non resiste e racconta alla consorte quello che sta tramando; pur scossa, la donna non si adopera per fermare il marito. Riccardo viene poi raggiunto dalla notizia che Burlando è morto a causa di un incidente. Tornato a casa, Riccardo cerca Giulio Torelli per pagarlo. Ma quest'ultimo, in preda al rimorso, non accetta il denaro e fugge. Dopo vari tormenti, l'assassino si costituisce alla polizia. Riccardo resta angosciosamente in attesa nel suo ufficio.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information