999 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Romolo e Remo (1961)

Torna indietro

Romolo e Remo (1961)



Regia/Director: Sergio Corbucci
Soggetto/Subject: Luciano Martino, Sergio Leone, Sergio Corbucci
Sceneggiatura/Screenplay: Ennio De Concini, Franco Rossetti, Duccio Tessari, Luciano Martino, Sergio Leone, Sergio Corbucci
Interpreti/Actors: Steve Reeves (Romolo), Gordon Scott (Remo), Virna Lisi (Julia), Franco Volpi (re Amulio), Laura Solari (Rea Silvia), Piero Lulli (Sulpicio), José Greci (Estia), Inger Milton (Sira), Enzo Cerusico (Numa Pompilio), Germano Longo (Scebro), Gianni Musy Glori (compagno di Romolo), Enrico Glori (cittadino di Alba), Nando Angelini (soldato romano), Giuliano Dell'Ovo (Publio), Bruno Tocci (Pristino), Andrea Bosic (Faustolo), Franco Balducci (Acilio), Gianni Di Benedetto (ufficiale sabino), Mimmo Poli (pastore), Consalvo DelI'Arti (spettatore ai giochi), Benito Stefanelli (soldato con Amulio), Massimo Girotti (re Tazio), Ornella Vanoni (Tarpeia), Jacques Sernas (Curzio), Giovanni Cianfriglia (uomo con la frusta)
Fotografia/Photography: Enzo Barboni
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Cesare Rovatti
Scene/Scene Design: Saverio D'Eugenio
Montaggio/Editing: Gabriele Varriale
Produzione/Production: Titanus, Ajace Produzioni Cinematografiche, S.N. Pathé Cinéma, Paris, S.G.C., Paris
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 36130 del 25-11-1961
Altri titoli: Duel of the Titans, Duel of the Titans, Romulus et Remus, Romulus und Remus
Trama: Nella campagna di Albalonga, governata da Amulio, vivono Romolo e Remo, due fratelli pastori, dediti anche al furto. Faustolo, l'uomo che li ha allevati, in punto di morte rivela ai due gemelli che la loro origine è misteriosa e divina: essi discendono da Marte e Rea Silvia. Con animo esaltato, i due fratelli muovono verso la vaticinata "valle dei sette colli" e, radunato un piccolo ma agguerrito esercito, assalgono Albalonga. Romolo poi rapisce Julia, la figlia del re dei Sabini Tito Tazio, e fugge con lei. Ma le ruggini tra i due gemelli li portano a un'insanabile frattura, cosicché ognuno prende la sua strada. Remo parte così per suo conto alla testa di un pugno di uomini; ma l'eruzione di un vulcano causa la morte di tutti i suoi compagni, lasciandolo solo. Romolo, pur braccato dai soldati di Tito Tazio, riesce valorosamente a tenergli testa, finché la dolce Julia non convince il padre che Romolo è un uomo saggio e giusto e lo spinge a cessare le ostilità. A trovare la profetizzata "valle dei sette colli" è proprio Romolo, che preso un aratro traccia il solco dei confini di una nuova città: Roma. Quando giunge Remo, tracotante e minaccioso, si rinfocola l'antica rivalità tra i due fratelli. Remo oltrepassa sprezzante il solco tracciato da Romolo, ne scaturisce un duello in cui Romolo uccide Remo.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information