910 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La ragazza con la valigia (1961)

Torna indietro

La ragazza con la valigia (1961)



Regia/Director: Valerio Zurlini
Soggetto/Subject: Leo Benvenuti, Piero De Bernardi, Enrico Medioli, Giuseppe Patroni Griffi, Valerio Zurlini
Sceneggiatura/Screenplay: Leo Benvenuti, Piero De Bernardi, Enrico Medioli, Giuseppe Patroni Griffi, Valerio Zurlini
Interpreti/Actors: Claudia Cardinale (Aida Zapponi), Jacques Perrin (Lorenzo Fainardi), Romolo Valli (don Pietro, sacerdote), Corrado Pani (Marcello Fainardi), Renato Baldini (Francia), Luciana Angiolillo (zia Marta), Riccardo Garrone (Romolo), Gian Maria Volonté (Piero), Elsa Albani (Lucia, cameriera di casa Fainardi), Enzo Garinei (Nino), Ciccio Barbi (dott. Rosia), Nadia Bianchi (ragazza bionda al ballo), Angela Portaluri (ragazza bruna al ballo), Edda Soligo (insegnante di latino)
Fotografia/Photography: Tino Santoni
Musica/Music: Mario Nascimbene
Costumi/Costume Design: Gaia Romanini
Scene/Scene Design: Flavio Mogherini
Montaggio/Editing: Mario Serandrei
Suono/Sound: Enzo Silvestri
Produzione/Production: Titanus, S.G.C., Paris
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 33890 del 18-01-1961
Altri titoli: La fille à la valise, Girl with a Suitcase, Girl with a Suitcase, La chica con la maleta, Das Mädchen mit dem leichten Gepäck
Trama: A Parma un dongiovanni da strapazzo, Marcello Mainardi, ha un fugace flirt con Aida, una ballerina dal passato burrascoso. L'uomo inganna la ragazza con false promesse e sul più bello scompare, lasciandola davanti ad un'autorimessa. Aida però non si lascia scaricare con facilità e riesce a ritrovare il bellimbusto. Marcello, che non ha voglia di rivedere Aida, le manda incontro Lorenzo, il fratello sedicenne, pregandolo di allontanarla. Nell'incontro, Aida racconta al sensibile Lorenzo la sua vita piena di amarezze e disinganni, ma senza mai dare l'impressione di piangersi addosso, ed il ragazzo rimane molto impressionato dal carattere di lei. Nasce così un legame affettuoso ed ingenuo che però porta Lorenzo a raccontare una serie di menzogne ai suoi familiari, i quali presto scoprono l'amicizia che lega il giovane ad Aida. Interviene allora un sacerdote, don Pietro, professore di matematica di Lorenzo, che convince Aida a lasciare la città per il bene del ragazzo. La ballerina, pur se a malincuore, tronca l'amichevole ed ingenua relazione con il sedicenne e parte in treno per Rimini. Arrivata nella località balneare, Aida subisce un'altra cocente delusione: un suo amico impresario, che in passato le aveva promesso un lavoro, adesso la scaccia. Ormai scoraggiata, sola e senza denaro, Aida sta per cedere ad un bellimbusto spregiudicato, ma improvvisamente e inaspettatamente arriva Lorenzo. L'apparizione del ragazzo scuote dal torpore Aida, che fugge dall'uomo, mentre Lorenzo rimane a fronteggiarlo in un'impari lotta. Poco dopo, prima di ripartire, Lorenzo lascia in modo gentile ed affettuoso i suoi pochi soldi ad Aida.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information