1501 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Nefertite, regina del Nilo (1961)

Torna indietro

Nefertite, regina del Nilo (1961)



Regia/Director: Fernando Cerchio
Soggetto/Subject: Ottavio Poggi, Emerico Papp
Sceneggiatura/Screenplay: Ottavio Poggi, Fernando Cerchio, John Byrnes
Interpreti/Actors: Jeanne Crain (Nefertite), Edmund Purdom (Tumos), Vincent Price (Benakon), Amedeo Nazzari (Amenophis IV), Liana Orfei (Merit), Carlo D'Angelo (Seper, sacerdote caldeo), Alberto Farnese (Dakim), Clelia Matania (Penaba, nutrice), Piero Palermini (Nagor), Giulio Marchetti (Meck, maestro d'arte), Umberto Raho (Zeton, sacerdote), Raffaele Baldassarre (Mareb), Gino Marturano (Melad), Gino Talamo (Kanru), Romano Giomini, Adriano Vitali
Fotografia/Photography: Massimo Dallamano
Musica/Music: Carlo Rustichelli
Costumi/Costume Design: Elio Micheli, Giancarlo Bartolini Salimbeni
Scene/Scene Design: Ernest Kromberg, Amedeo Mellone
Montaggio/Editing: Renato Cinquini
Suono/Sound: Mario Del Pezzo, Mario Amari
Produzione/Production: Max Production
Distribuzione/Distribution: Euro International Films
censura: 35622 del 19-09-1961
Altri titoli: Queen of the Nile, Nefertiti, reine du Nil, Nofreetete - Königin vom Nil
Trama: Nell'antico Egitto, il faraone Amenophis III in punto di morte dispone che al ritorno dalla guerra suo figlio, succedutogli al trono, sposi la bella Nefertite, figlia del Gran Sacerdote. La giovane, che ama riamata il giovane scultore Tumos, viene costretta dal padre ad accettare supinamente il suo destino, anche perché teme che un suo rifiuto arrechi ritorsioni contro il suo amato. All'oscuro di tutto, Tumos crede invece che Nefertite sia un'arrivista e un'opportunista e cerca di dimenticarla con l'affetto che per lui nutre la zingara Merit. Il nuovo faraone incarica Tumos di raffigurare nel marmo il volto della nuova regina Nefertite; i due giovani s'incontrano nuovamente e la donna ha modo di spiegare l'imposizione subita. Tra Nefertite e Tumos riesplode irrefrenabile l'amore, tanto che i due decidono di fuggire. Nel frattempo però il faraone ha deciso di abbracciare la nuova religione caldea e il Gran Sacerdote ordisce una congiura ai suoi danni. Avuto sentore degli avvenimenti terribili che si stanno preparando, Nefertite antepone i suoi doveri di regina ai suoi sentimenti di donna e cerca di sventare il complotto, ma non riesce ad evitare l'esplodere di grandi tumulti, nei quali il faraone trova la morte. Tumos si precipita allora a chiamare il generale Mareb, affinché questi accorra con le truppe fedeli al faraone, mentre Nefertite, con i pochi uomini a disposizione, fronteggia i sicari di suo padre, il Gran Sacerdote. La battaglia finale vede Tumos morire tra le braccia di Nefertite, dopo essere stato colpito dal Gran Sacerdote, ucciso a sua volta da Merit.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information