1604 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Il mondo di notte n. 2 (1961)

Torna indietro

Il mondo di notte n. 2 (1961)



Regia/Director: Gianni Proia, Mario Russo
Interpreti/Actors: Hal Hirt (direttore Jazz Band), balletto subacqueo Everglades (balletto), balletto Bella Artes (balletto), Samburu di Nairobi (danzatori), Paul Barbarin (direttore d'orchestra), Lola Beltram, balletto Can Can (balletto), balletto The Dior Dancers (danzatori a Rio de Janeiro), Freddie Frinton (ruolo in "Dinner for One"), complesso Kris (lottatori), Gene Detroy (addestratore scimmie a S. Francisco), Kim Darvos, Mac Ronay (fantasista del Crazy Horse Saloon), complesso The Muscle Boys (atleti), Pelè (calciatore), Rita Renoir (spogliarellista in "Le plaisir de l'esclavage"), Paul Cummins, The Rollier Derby, Sweet Richard (cantante), Ninyoch Suchiro (artista giapponese), Quebrada (tuffatori ad Acapulco), Jean Rose, Rose Wang, Connie Van, Carrie Pirell, Miriam Michelsen (spogliarellista del Crazy Horse Saloon), Princess Kitty
Fotografia/Photography: Gabor Pogany (in U. S. A.), Giulio Giannini, Thomas Tutwiler
Musica/Music: Piero Piccioni
Scene/Scene Design: Gianni Polidori
Montaggio/Editing: Mario Serandrei
Produzione/Production: Julia Film
Distribuzione/Distribution: Dear International
censura: 35875 del 13-10-1961
Altri titoli: World by Night No. 2, Attraktionen aus aller Welt
Trama: Un viaggio attraverso una ventina di locali notturni scelti dagli Stati Uniti all'America del Sud, dall'Europa, all'Africa, all'Estremo Oriente. Il film documentario, "una carrellata sul favoloso mondo dei divertimenti notturni", tra i vari numeri d'attrazione mostra: Hal Hirt e la sua Jazz Band, nonché Nights di Bourbon Street (a New Orleans); Balletto subacqueo dell'Everglades, nonché Sweet Richard e Princess Kitty (a Miami); Can-can del Tropicana Hotel (a Las Vegas); Gene Detroy e le sue scimmie, nonché Gold Street Club (a San Francisco); The Muscle Boys, nonché Paul Cummins (a Hollywood); The Rollier Derby (a Los Angeles); Balletto Bella Artes (a Mexico City); il tuffo della Quebrada (ad Acapulco); Paul Barbarin e la sua orchestra, con Lola Beltram (in Messico); The Dior dancers, nonché Pelè del Santos F.C. (a Rio de Janeiro); Freddie Frinton in "Dinner for One" (a Londra); Rita Renoir in "Le plaisir de l'esclavage", nonché Kim Darvos, Mac Ronay e Miriam Michelsen del Crazy Horse Saloon (a Parigi); Danza dei Samburu, nonché Equator Club (a Nairobi); The Tree Tops di Nyeri (in Africa); Lotta coi Kriss (a Singapore); il teatro giapponese di Ninyocho Suchiro (a Tokyo); Festival di Okayama (in Giappone). Tra i vari brani, il celeberrimo "Cuccuruccucu Paloma".

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information