1375 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

La moglie di mio marito (1961)

Torna indietro

La moglie di mio marito (1961)



Regia/Director: Antonio Román [Tony Roman]
Soggetto/Subject: Comm. <
Sceneggiatura/Screenplay:
Remigio Del Grosso, Ugo Liberatore
Interpreti/Actors: Walter Chiari (Giulio), Yvonne Bastien (Elena), Franco Fabrizi (Giorgio Hintermann), Fred Clark (sig. Bietti), Akim Tamiroff (presidente agenzia pubblicitana), Marisa De Leza (Carla), Pietro De Vico (posteggiatore), Gabriella Andreini (Sofia), Carlos Larranaga (Baldassarre), Maria Luisa Ponte (sig.ra Bietti), Manolo Morán (Emilio), Claudio Biana (regista spot pubblicitario)
Fotografia/Photography: Pier Ludovico Pavoni
Musica/Music: Giorgio Fabor
Scene/Scene Design: Antonio Visone, José Alguero
Montaggio/Editing: Tatiana Casini Morigi
Suono/Sound: Raffaele Del Monte
Produzione/Production: Wanguard Film, Explorer Film '58, Faro Film, Trio Film (1952), P.E.F.S.A. Films, Madrid, Trio Film, Madrid
Distribuzione/Distribution: Cinema International Corporation
censura: 33743 del 03-01-1961
Altri titoli: Mi mujer me gusta más
Trama: Il presidente di una agenzia pubblicitaria organizza un briefing in una villa sul mare, con lo scopo di organizzare una campagna promozionale per una azienda. Oltre al cliente, un industriale, sono presenti il direttore creativo Giulio ed il cartellonista Giorgio, che devono definire la strategia promozionale. Giorgio, sposato con Elena, si fa accompagnare dall'amichetta Carla; per ripicca, Elena si precipita alla villa facendosi passare per la moglie di Giorgio, il quale è molto galante con lei. Giulio è costretto a dissimulare, facendo buon viso a cattivo gioco. Dalla situazione nascono infiniti intrighi ed equivoci, che in due giorni di penosi espedienti per evitare il peggio mettono Giulio in cattiva luce agli occhi del suo datore di lavoro. Scottato dall'esperienza, Giulio si accorge di amare ancora Elena, che lo perdona, e si riconcilia con lei, mentre Carla si consola col presidente dell'agenzia pubblicitaria. Anche per il lavoro le cose si mettono bene, infatti l'industriale accetta la campagna pubblicitaria propostagli. Solo Giorgio, aspirante amante di Elena, torna a casa con le pive nel sacco.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information