983 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Mariti a congresso (1961)

Torna indietro

Mariti a congresso (1961)



Regia/Director: Luigi Filippo D'Amico
Soggetto/Subject: Alessandro Continenza, Dino Verde, Marcello Coscia
Sceneggiatura/Screenplay: Alessandro Continenza, Marcello Coscia, Dino Verde, Luigi Filippo D'Amico, (Franco) Castellano, Giuseppe Moccia [Pipolo], Luigi Emmanuele
Interpreti/Actors: Walter Chiari (Giuseppe Mangini), Jacqueline Sassard (Jacqueline), Alberto Lionello (Alberto Colombo), Paolo lerrari (Armando), Alessandra Panaro (Valeria), Silvana Pampanini (dottoressa), Marisa Merlini (Adele), Bice Valori (Letizia), Mario Pisu (commendator Troisi), Ernesto Calindri, Gianni Musy Glori (Glori), Pietro De Vico, Tiberio Murgia, Ehsabetta Welinsky, Isabella Biancini [Thea Fleming], Paola Patrizi, Enzo Petito, Donato Castellaneta
Fotografia/Photography: Giuseppe Aquari
Musica/Music: Piero Umiliani
Costumi/Costume Design: Gaia Romanini
Scene/Scene Design: Gianni Polidori
Montaggio/Editing: Jolanda Benvenuti
Suono/Sound: Mario Faraoni, Raffaele Del Monte
Produzione/Production: Gino Mordini Produzioni Cinematografiche
Distribuzione/Distribution: Interfilm
censura: 35186 del 25-07-1961
Trama: Per evadere dalla monotonia del matrimonio e concedersi qualche libertà extraconiugale, Alberto si reca a Roma ad un congresso in compagnia di alcuni colleghi, tra cui Giuseppe. Proprio a quest'ultimo capita l'occasione di avere un flirt, ma essendo molto innamorato della propria moglie desiste. Grande è però la sua delusione, quando, tornato a casa, scopre che la sua consorte se la intende con un amico di famiglia e pensa di fuggire con lui. Tutto diventa ancora più complicato quando Jacqueline, una studentessa francese, corteggiata serratamene da Alberto, attraversa seminuda l'atrio dell'albergo dove si svolge il congresso: la scena viene infatti ripresa dalla tv e diffusa in tutta Italia. Scatta l'allarme per le mogli dei congressisti, quella di Alberto in testa, le quali si catapultano immediatamente a Roma, ansiose di vendicarsi. Lo scandalo evapora presto, ma ormai l'idea di usare un congresso per allacciare relazioni extraconiugali è bruciata definitivamente. La mente dell'uomo, tuttavia, è diabolica e Alberto già individua nelle future gite spaziali una nuova frontiera per il tradimento coniugale.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information