1465 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Capitani di ventura (1961)

Torna indietro

Capitani di ventura (1961)



Regia/Director: Angelo Dorigo
Soggetto/Subject: Paolo Lombardo
Sceneggiatura/Screenplay: Paolo Lombardo, Antonio Boccacci
Interpreti/Actors: Mario Petri (capitano Hans), Wandisa Guida (Belinda di Tolfa), Franca Parisi (Rosalba), Raffaele Baldassarre [Raf Baldassarre] (Michele), José Jaspe (Leonardo della Cagnotta), Andrea Fantasia (principe Romualdi), Nino Musco (padre di Michele), Cesira Vianello (madre di Michele), Lido Pini (mastro Baldo), Renato Navarrini (Mastino, duca di Tolfa), Benito Stefanelli (sgherro di Falcino), Gianni Loti, Franco Odoardi, Marisa Bandini, Giovanni Petti, Luigi Batzella [Paolo Solvay], Paul Müller (conte Falcino Castrese), Gérard Landry (Brunello Montenotte)
Fotografia/Photography: Aldo Greci
Musica/Music: Aldo Piga
Montaggio/Editing: Renato Cinquini
Suono/Sound: Piero Seriffo, Mario Amari
Produzione/Production: Artix Cinematografica
Distribuzione/Distribution: Indipendenti Regionali
censura: 35311 del 07-08-1961
Trama: La Santa Sede incarica il principe Giuliani di andare ad Ancona a ritirare dal principe Romualdi il tesoro a lui affidato per il Papa dal Primate della Chiesa d'Oriente. Mentre è in viaggio, Giuliani viene assalito in un valico montano dagli sgherri del capitano di ventura tedesco Hans; nell'agguato, il principe viene fatto prigioniero, mentre trovano la morte tutti gli uomini della sua scorta. Il conte Falcino Castrese, compagno di Hans, lette le credenziali papali dell'ostaggio, occorrenti per ritirare il tesoro, si sostituisce a Giuliani e d'accordo con Hans va ad Ancona. Qui riesce a farsi consegnare il tesoro dall'ignaro Romualdi. Ma poi questi, venuto finalmente a sapere dell'inganno, ordina a Brunello Montenotte di liberare il principe Giuliani e di recuperare il tesoro destinato al Pontefice. Il cavaliere si mette sulle tracce di Falcino ed Hans. Nel corso della sua missione, fa una breve permanenza al castello del duca Mastino di Tolfa, dove s'innamora di Belinda, pupilla del duca. Dopo mille peripezie, tra cui il rapimento di Rosalba da parte di Falcino, che la sottrae al suo giovane sposo imponendo lo "ius primae noctis", Brunello riesce finalmente a trovare i malfattori: nel castello di Falcino libera il principe Giuliani e Rosalba, uccide Falcino, cattura Hans e recupera il tesoro, che può così giungere tra le mani del Papa. Portata a termine la sua missione, Brunello si ricongiunge con l'amata Belinda.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information