1362 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

L'assassino (1961)

Torna indietro

L'assassino (1961)



Regia/Director: Elio Petri
Soggetto/Subject: Tonino Guerra [Antonio Guerra], Elio Petri
Sceneggiatura/Screenplay: Pasquale Festa Campanile, Massimo Franciosa, Elio Petri, Tonino Guerra
Interpreti/Actors: Marcello Mastroianni (Alfredo Martelli), Micheline Presle (Adalgisa De Matteis), Cristina Gajoni (Nicoletta Nogaro), Salvo Randone (comm. Palumbo), Andrea Checchi (Morello), Giovanna Gagliardo (Rosetta), Carlo Egidi (amico di Alfredo), Paolo Panelli (Paolo), Toni Ucci (Toni), Marco Mariani (commissario Margiotta), Franco Ressel (dottor Francesconi), Franco Freda (barbone), Mac Ronay (suicida), Max Cartier (Bruno), Francesco Grandjacquet (ex proprietario hotel Shangri-La), Corrado Zingaro, Ubaldo Micacchi, Loris Bazzocchi (camionista), Giuliano Montaldo (giornalista), Lucia Raggi (madre di Alfredo), Lina Ferri, Silvio Bastianelli, Bruno Scipioni, Eugenio Maggi
Fotografia/Photography: Carlo Di Palma
Musica/Music: Piero Piccioni
Costumi/Costume Design: Graziella Urbinati
Suono/Sound: Giovanni Rossi
Montaggio/Editing: Ruggero Mastroianni
Produzione/Production: Titanus, Vides Cinematografica di Franco Cristaldi, S.G.C., Paris
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 34287 del 27-03-1961
Altri titoli: L'assassin, The Assassin, L'Assassino, Trauen Sie Alfredo einen Mord zu?
Trama: Mentre rincasa all'alba, il giovane antiquario romano Nello Poletti (*) viene arrestato e condotto in questura. Nell'attesa dell'interrogatorio, che gli chiarirà l'oscuro motivo dell'arresto, l'antiquario, alla ricerca inquieta di una possibile colpa, riflette sul suo passato e sugli illeciti commessi per conquistarsi una solida posizione economica. Lui, di sinistra, ha sfruttato i suoi compagni acquistando da loro per poche lire pezzi di antiquariato poi rivenduti a caro prezzo; ha tradito l'amico Morello, divenendo l'amante della moglie Adalgisa, la quale lo ha più volte aiutato finanziariamente; ha esposto la cameriera Rosetta alle voglie di un amico, fintosi dottore per poterla avvicinare in deshabillé; s'è fidanzato per convenienza con la figlia del ricco industriale Nogara, la svampita Antonella (**), ingenua fidanzata prima, amante disincantata poi. Negli uffici della squadra mobile si svolge finalmente l'interrogatorio e Nello Poletti scopre di essere accusato dell'omicidio della sua amante, Adalgisa De Matteis. Il commissario Palumbo torchia l'antiquario, cercando di incastrarlo: Poletti la sera prima s'è infatti incontrato con la donna, per chiederle la dilazione di pagamento di un debito, ed ha passato la notte con lei. Nel corso dell'interrogatorio, altri ricordi affiorano nella memoria di Nello, ed altri testimoni vengono ascoltati: tra questi, la cameriera Rosetta, che manifesta la sua fiducia a Nello, arrivando ad autoaccusarsi del delitto. Ma il commissario Palumbo ed il suo collega Margiotta riescono in breve a far luce sul caso, scoprendo il vero colpevole. Tornato in libertà, Nello dimentica rapidamente l'esame profondo di coscienza ed i buoni propositi di cambiamento e torna alla vita di sempre, come se nulla fosse successo.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information