1716 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Antinea, l'amante della città sepolta (1961)

Torna indietro

Antinea, l'amante della città sepolta (1961)



Regia/Director: Giuseppe Masini, Edgar G. Ulmer
Soggetto/Subject: opera, Ugo Liberatore, Remigio Del Grosso
Sceneggiatura/Screenplay: Ugo Liberatore, Remigio Del Grosso, Georges André Tabet, Edgar G. Ulmer
Interpreti/Actors: Haya Harareet (Antinea), Amedeo Nazzari (sceicco Tamal), Giulia Rubini (Zinah), Jean-Louis Trintignant (Pierre), Rad Fulton (Robert), Georges Rivière (John), Gabriele Tinti (Max), Gian Maria Volonté (Tarath), Ignazio Dolce (guardia scelta)
Fotografia/Photography: Enzo Serafin
Musica/Music: Carlo Rustichelli
Costumi/Costume Design: Vittorio Rossi
Montaggio/Editing: Renato Cinquini
Produzione/Production: Compagnia Cinematografica Mondiale - C.C.M., Transmonde Film, Fidès Film, Paris
Distribuzione/Distribution: Titanus
censura: 34509 del 18-04-1961
Altri titoli: L'Atlantide, Journey Beneath the Desert, The Lost Kingdom, Die Herrin von Atlantis
Trama: Un uragano sorprende un elicottero mentre è in volo sul Sahara: a bordo si trovano Pierre, Robert e John, tre tecnici di una base atomica francese sorta nel cuore del deserto. La tempesta fa precipitare l'elicottero, ma i tre uomini riescono a salvarsi in modo fortunoso. Pierre e i suoi due amici traggono in salvo da un vorticoso torrente lo sceicco Tamal. Questi prima cerca di far allontanare i francesi dal quel luogo, poi li narcotizza e sparisce. I tre si ritrovano prigionieri nel favoloso regno sotterraneo di Atlandide, dove domina incontrastata la crudele regina Antinea. Gli uomini si rendono subito conto del pericolo che sta correndo Atlandide, a causa dell'imminente esplosione di una potente bomba atomica, programmata dalla base dove essi lavorano. Dapprima cercano di convincere la regina ad abbandonare con il suo popolo la regione, ma inutilmente, perché la regina è irremovibile; poi tentano di fuggire. Antinea fa uccidere Robert e John, salvando la vita a Pierre, di cui si è innamorata. Ma il tuareg Tamal s'è finalmente convinto che il pericolo è molto serio per Atlantide: libera Pierre e lo aiuta a fuggire, affidandogli Zinah, la giovane schiava di cui il tecnico francese si è innamorato. Riescono a salvarsi giusto in tempo: la bomba atomica esplode distruggendo Atlantide.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information