1588 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

I piaceri del sabato notte (1960)

Torna indietro

I piaceri del sabato notte (1960)



Regia/Director: Daniele D'Anza
Soggetto/Subject: Oreste Biancoli
Sceneggiatura/Screenplay: Giuseppe Mangione, Daniele D'Anza, Oreste Biancoli, Mino Guerrini, Ugo Pirro
Interpreti/Actors: Andreina Pagnani (Arabella), Jeanne Valérie (Paola Masetti), Maria Perschy (Claudia), Scilla Gabel (Patrizia), Pierre Brice (Aldo), Jean Murat (generale Masetti, padre di Paola e Silvana), Romolo Valli (commissano), Roberto Risso (Carlo Malpighi), Elsa Martinelli (indossatrice romana), Corrado Pani (giovane ricattatore), Renato Speziali (Luigi, amante di Arabella), Giuseppe Porelli (commendatore Paolo Tavacchia), Luigi Pavese (Baldoni), Grazia Maria Spina (Silvana), Marilù Tolo (sartina amante di Luigi), Carlo Pisacane (vecchietto napoletano), Paola Barbara (madre di Paola e Silvana), Aldo Giuffrè (Ernesto), Ignazio Dolce, Michele Malaspina (cliente atelier), Roy Ciccolini (Mori, il calciatore), Cesarina Gheraldi (Lisa, cameriera di casa Masetti), Nino Pavese (ispettore De Stefani), Silvano Tranquilli (vice commissario), Tom Felleghi (cliente svizzero), Giulio Marchetti (altro cliente svizzero), Arnaldo Ninchi (calciatore), Roberto Bruni (cliente dell'atelier di Arabella), Arturo Dominici (altro cliente dell'atelier di Arabella), Laura Nucci (altro cliente dell'atelier di Arabella), Linda Sini (altro cliente dell'atelier di Arabella)
Fotografia/Photography: Marco Scarpelli
Musica/Music: Armando Trovajoli
Scene/Scene Design: Piero Filippone
Montaggio/Editing: Roberto Cinquini
Produzione/Production: Panda - Società per l'Industria Cinematografica, Donati e Carpentieri
Distribuzione/Distribution: De Laurentiis
censura: 31355 del 15-04-1960
Altri titoli: Call Girls of Rome, Call-Girls
Trama: Dietro alla facciata di una casa di moda milanese, diretta da Arabella, si nasconde un efficiente giro di ragazze squillo. Una di loro, moglie di un calciatore, riceve una telefonata che le fissa, come sempre di sabato sera, un appuntamento. Mentre sta per uscire di casa, ecco che improvvisamente ritorna il marito, il quale doveva essere partito per una gara in trasferta: l'allenatore l'ha messo fuori squadra e lui è rimasto a Milano. La ragazza allora telefona di nascosto ad una sua amica "collega", figlia di un generale a riposo, e si fa sostituire. Ma le cose si mettono male: il maturo cliente, un industriale, si sente male e muore, stroncato da un infarto. La ragazza telefona ad Arabella, che la invita a non toccare niente, finché non arriverà lei. Accompagnata da un amico, la direttrice raggiunge la ragazza nella casa dove è morto l'industriale; le due donne e l'uomo prendono il cadavere e lo trasportano con la sua stessa macchina in periferia, dove l'abbandonano. Il giorno dopo, le due donne cercano inutilmente sui giornali la notizia della morte dell'industriale. E quando si recano sul posto dove avevano lasciato la macchina con il corpo, incredibilmente non trovano niente. Il mistero è presto svelato: un ricattatore ha fatto sparire il cadavere. La scomparsa dell'industriale non sfugge però alla polizia, che inizia delle indagini. Poco a poco gli investigatori riescono a risalire alle ragazze squillo. La figlia del generale si rifugia presso un amico avvocato, che le consiglia di dire tutto alla polizia. Arabella, il suo amico ed il ricattatore vengono arrestati, le indossatrici squillo sono invece lasciate libere. La rivelazione della vera attività dell'atelier spezza la vita del generale, che per il disonore si uccide. Il calciatore lascia sua moglie.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information