1380 visitatori online
Banner
Banner
| Stampa |

Les yeux sans visage [Occhi senza volto] (1960)

Torna indietro

Les yeux sans visage [Occhi senza volto] (1960)



Regia/Director: Georges Franju
Soggetto/Subject: Jean Redon
Sceneggiatura/Screenplay: Pierre Boileau, Thomas Narcejac, Jean Redon, Claude Sautet, Pierre Gascar
Interpreti/Actors: Pierre Brasseur, Alida Valli, Juliette Mayniel, Alexandre Rignault, Béatrice Altariba, François Guérin
Fotografia/Photography: Eugène Schuftan
Musica/Music: Maurice Jarre
Scene/Scene Design: Auguste Capelier
Montaggio/Editing: Gilbert Natot
Produzione/Production: Lux Film, Champs-Elysées Productions, Paris
Distribuzione/Distribution: Cinema International Corporation
censura: 31585 del 01-04-1960
Altri titoli: Occhi senza volto, The Horror Chamber of Dr. Faustus, Eyes Without a Face, Eyes Without a Face, Das Schreckenshaus des Dr. Rasanoff
Trama: Christine Genessier rimane orribilmente sfigurata, solo gli occhi sono rimasti intatti, in seguito ad un incidente automobilistico, del quale è responsabile il padre, il dottor Genessier, direttore di una clinica. L'uomo, non riuscendo a darsi pace attanagliato dal senso di colpa, viene disperatamente preso dall'idea di ricostruire i lineamenti della figlia. Giunge allora ad una folle soluzione: inizia a compiere segreti esperimenti, durante i quali prova a vedere se sia possibile trapiantare sul volto sfigurato di Christine la pelle del viso di una ragazza sana. Genessier è assistito da una donna, che ha il compito di adescare le inconsapevoli vittime degli esperimenti. Una di queste muore, il dottore per sviare i sospetti fa gettare dalla sua assistente il cadavere nel fiume. Quando il corpo viene ripescato, Genessier afferma che è il corpo della figlia e lo fa tumulare nella tomba di famiglia. Un'altra ragazza vittima degli esperimenti si uccide: anche questa, segretamente, viene sepolta nella tomba insieme all'altra. Tutte le operazioni di plastica facciale falliscono e Christine, costretta a stare chiusa in casa, non resiste e telefona al fidanzato. Questi, sconvolto dalla telefonata, avverte la polizia, le cui indagini non approdano però a niente. Ancora un'altra ragazza viene adescata, Christine sente le sue strazianti urla, corre in suo aiuto e la libera; poi, in una colluttazione uccide l'assistente del padre con il bisturi. Infine libera tutti i cani, che Genessier teneva prigionieri per i suo folli esperimenti: appena liberi, i cani si avventano sul dottore e lo uccidono.

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information

 
   

Questo sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti al fine di migliorare la navigazione Per maggiori informazioni visita la nostra privacy policy.

Accetto i cookies di questo sito, non mostrare la informativa.

EU Cookie Directive Module Information